La Notte Rosa sconfigge il covid con il sorriso

La Pink Week del sorriso ha colorato di rosa tutta la Romagna, dall’entroterra alla costa, facendo emergere la vocazione ospitale e accogliente di questa terra, capace di unire organizzazione, sicurezza e divertimento. A conferma del successo della 16ª edizione, il tasso di riempimento degli alberghi, che ha sfiorato il 100% in un periodo sicuramente già di grande affluenza, e gli accessi ai caselli autostradali, che hanno fatto registrare incrementi del +10% rispetto alla buona performance dello stesso weekend del 2020.

Sono stati oltre 160 gli eventi della settimana rosa: pubblico distanziato, ordinato e ligio alle indicazioni, davanti ai palchi all’aperto, ai palcoscenici allestiti nelle piazze e nelle arene, con i teli sulle spiagge per i concerti all’alba o nei prati al tramonto. Mantenendo la distanza fisica e regalandosi finalmente un sorriso, un attimo di leggerezza dall’alba al tramonto ed in una notte che non è mai stata così rosa. Un successo che trova riscontro nella soddisfazione dei Sindaci degli oltre 50 Comuni della Romagna, da Cattolica a Ferrara e dell’entroterra, che esprimono il loro plauso: «Siamo felici di essere stati parte di una grande festa – dichiarano diversi primi cittadini – che ha garantito intrattenimento, leggerezza e allegria anche in questi tempi così complicati».

Nel Riminese, tutto è cominciato a Santarcangelo il 29 con il primo appuntamento della Milanesiana in riviera: i Modena City Ramblers allo Sferisterio hanno festeggiato 30 anni di carriera insieme a Dario Vergassola e un pubblico entusiasta che ha cantato con loro “Bella ciao!”. Il 30 in piazzale Fellini, Vittorio Sgarbi ha paragonato Fellini a Cagnacci e Pasolini a Caravaggio; gli Extraliscio hanno fatto ballare il loro punk da balera e Morgan ha deliziato il pubblico con le sue improvvisazioni su Nino Rota, Francesca da Rimini, Dante e De Andrè. A presentare il tutto Elisabetta Sgarbi e con lei sul palco l’imprenditore Sergio Antolini, sponsor della manifestazione, che ha ospitato tutti gli artisti a cena al Milton Beach. Sullo sfondo, fuochi d’artificio a raffica lungo tutta la costa. Poi Sgarbi e Morgan, a notte fonda, hanno fatto visita allo studio del pittore Agim Sulaj.

Il 31 Diodato in concerto in piazzale Fellini (sold out), Aka7even e Lorenzo Fragola protagonisti del palco di Rds in piazzale Kennedy, per un sabato sera che ha regalato ancora sorrisi e divertimento in sicurezza. Diodato entusiasta: «Finalmente al mare, non vedevo l’ora» ha commentato il cantautore salutato dal sindaco Andrea Gnassi a nome della città.

Tutto il lungomare ha visto una proposta diluita fra locali, comitati turistici, aperitivi negli hotel, atmosfere “lounge” per una notte indimenticabile. E al primo sorgere del sole sulla spiaggia di Rimini Terme, la Ensemble Symphony Orchestra ha omaggiato Ennio Morricone.

Intanto al Grand Hotel si svolgevano gli incontri della “Terrazza Dolce Vita” con Simona Ventura che ha ospitato Fausto Leali, Bobby Solo, Carolyn Smith, Enrico Brizzi e Paolo Mieli, e questa sera, 3 agosto, l’ambasciatore Giulio Terzi, insieme al giornalista Alessandro Politi de “Le Iene”.

Anche in centro storico è stata festa: alla Piazza sull’Acqua e nel parco XXV Aprile con l’AperiPrivacy e poi il live di Strange Fruit. Nel frattempo l’affresco raffigurante Sigismondo Pandolfo Malatesta, Signore di Rimini, realizzato da Piero della Francesca è stato il punto di partenza della visita guidata che ha toccato il Tempio Malatestiano.

E che dire dell’Arena Lido alla Darsena? Qui hanno furoreggiato l’1 agosto I Ministri in un concerto di grande energia, riconfermandosi come una delle eccellenze del panorama rock italiano. Contemporaneamente al Parco degli Artisti di Vergiano si è potuta ascoltare la Nino Rota Ensemble.

A Riccione “Deejay on stage” protagonista con Rudy Zerby e Mahmood, Noemi e Carl Brave; e sulla spiaggia all’alba Riccardo Fogli, nonché il Mc summer 2021, edizione estiva del “Mc hip hop contest”.

A Misano abbiamo applaudito la voce di Giusy Ferreri e a Coriano il ritmo di Bugo (il giorno dopo del suo nemico-amico Morgan…).

A Cattolica Aka7even (finalista di “Amici” aveva anticipato tutti), mentre il 30 alla darsena grandissimo successo ha avuto la maxi rustida di pesce. Chiusura il 31 con Federica Carta e Briga sul palco di piazza I Maggio. A San Giovanni applaudito Ettore Bassi in “Aulularia”, per la regia di Cristiano Roccamo.

A Bellaria, successo per Moni Ovadia e Dario Vergassola in “Un ebreo, un ligure e l’ebraismo”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui