La famiglia del professor Novaga dona 25 tesi al Comune di Bertinoro

Sabato scorso la famiglia del professor Marcello Novaga ha donato al Comune di Bertinoro 25 tesi che lo stimato studioso assegnò in 35 anni di insegnamenti all’università di Padova, ai suoi laureandi della facoltà di Psicologia. “Sabato scorso – scrive l’assessora Londrillo su facebook – ho presenziato, in vece del sindaco, alla celebrazione funebre del prof. Marcello Novaga, psicologo, professore di Psicologia Applicata nelle Università di Milano e di Padova, che si è spento il 16 agosto scorso. Il prof. Novaga era nato di Milano da due genitori nativi di Bertinoro, città verso la quale ha sviluppato un particolare amore ed interesse, dedicando a Bertinoro una serie di studi approfonditi e specifici che hanno dato vita a pubblicazioni di rilievo accademico. Nel 2018 è stato insignito del premio Gatti come riconoscimento per le sue importanti ricerche accademiche sulla Romagna e le sue genti. Proprio a causa di questo grande amore per Bertinoro, i figli del prof.Novaga hanno deciso di portare le ceneri del padre nella cappella di famiglia che si trova presso il cimitero di Bertinoro.

Come voluto dal padre, mi hanno inoltre consegnato 25 tesi assegnate dal prof. Novaga ai suoi laureandi dei corsi di psicologia del lavoro e psicologia delle organizzazioni dell’Università di Padova dalla fine degli anni ‘70 fino al 2010. Questi studi indagano diversi aspetti sociali (come la tematica della donna e l’immigrazione) economici, culturali del territorio di Bertinoro.Le tesi verranno conservate presso la biblioteca comunale di Bertinoro dove potranno essere consultate. È un grande onore per la città di Bertinoro avere avuto in dono queste tesi. L’ amore del prof. Novaga per la nostra Comunità, la sua voglia conoscenza e approfondimento dei nostri valori e della nostra storia sono e saranno sempre di grande stimolo per tutti noi e di grande insegnamento”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui