La Cassazione conferma la condanna all’ergastolo per Matteo Cagnoni

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna all’ergastolo per Matteo Cagnoni, il dermatologo 54enne accusato di avere ucciso la moglie di 39 anni, Giulia Ballestri, pianificandone e mettendo in pratica l’omicidio avvenuto il 16 settembre 2016 all’interno della villa disabitata di famiglia, in via Padre Genocchi a Ravenna. Gli Ermellini si sono pronunciati in serata, rigettando il ricorso presentato dall’avvocato Gabriele Bordoni, difensore dell’imputato, nel quale si chiedeva l’annullamento o la nullità della sentenza d’Appello, manifestando (tra gli argomenti enunciati nel ricorso) la mancanza di una perizia psichiatrica per accertare l’eventuale stato di seminfermità mentale del medico al momento dell’omicidio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui