La Cassa di Ravenna lancia obbligazioni a favore della Caritas

In tutte le filiali della Cassa di Ravenna S.p.A è possibile sottoscrivere un innovativo, nuovo prestito obbligazionario Senior con devoluzione a favore di Caritas Ravenna, che consentirà alla clientela di effettuare un investimento a tassi interessanti e contestualmente supportare le iniziative sociali della Caritas dell’Arcidiocesi di Ravenna-Cervia.

“La Cassa di Ravenna S.p.A – si legge in una nota – devolverà, infatti, a titolo di elargizione liberale una tantum, una percentuale pari allo 0,35% dell’importo nominale collocato dalla banca (valore nominale offerto 20.000.000), in favore della Caritas dell’Arcidiocesi di Ravenna-Cervia, organismo pastorale della CEI (Conferenza Episcopale Italiana), per supportare le loro meritorie attività di sostegno alle famiglie indigenti o in situazioni di vulnerabilità a sostegno delle fasce sociali più deboli. Pertanto, in caso di totale sottoscrizione, la Cassa devolverà alla Caritas dell’Arcidiocesi ben 70.000 euro”.

Le obbligazioni, della durata di 48 mesi, hanno cedola semestrale, un taglio minimo di 1.000 euro, e sono sottoscrivibili presso tutte le Filiali della banca.

La chiusura dell’operazione è fissata al 31 gennaio 2023, salvo chiusura anticipata per esaurimento dell’offerta.

La Cassa di Ravenna S.p.A. persegue una strategia commerciale di accompagnamento del non profit lungo un percorso di crescita e di innovazione sociale, a sostegno anche dei progetti ad alto impatto sociale promossi da soggetti pubblici e privati nei territori di riferimento, nuovamente affiancandosi all’importante contributo sociale che già la Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna svolge.

Si sottolinea come la percentuale una tantum dello 0,35% sul valore nominale collocato destinato alla Caritas dell’Arcidiocesi sia totalmente a carico della Cassa di Ravenna S.p.A.”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui