L’Istituto Spallanzani: “Il vaccino Sputnik più efficace di Pfizer contro Omicron”

«Sputnik? Scudo più efficace di Pfizer sulla variante Omicron». A evidenziarlo uno studio condotto dall’Istituto Spallanzani di Roma in sinergia con il centro russo Gamaleya che ha ideato lo Sputnik. proprio questo siero russo pare in netta rimonta rispetto all’altro vaccino, dimostrando nello specifico «titoli di anticorpi neutralizzanti alla variante Omicron più di 2 volte superiori rispetto a 2 dosi di Pfizer». L’indagine ha attestato inoltre che oltre il 70% delle persone vaccinate con Sputnik V «mantengono un’attività neutralizzante contro Omicron e che tale protezione resiste in buona parte» anche sulla media-lunga distanza, vale a dire da 3 a 6 mesi dal giorno della somministrazione. A valutare con entusiasmo i dati emersi in quanto «estremamente incoraggianti per definire nuove strategie vaccinali in rapporto alla evoluzione delle varianti del Covid» proprio i 12 membri del team Spallanzani, guidati dal direttore Francesco Vaia che hanno collaborato con i 9 colleghi russi coordinati dal dottor Aklexander Gintsburg. «Lo studio – puntualizza una nota – è stato condotto nelle stesse condizioni di laboratorio in Italia su campioni di siero comparabili di individui vaccinati con Sputnik e Pfizer con livello simile di anticorpi IgG e attività neutralizzante del virus contro la variante Wuhan». Il risultato? «La riduzione significativamente minore (2.6 volte) dell’attività di neutralizzazione del virus contro Omicron in confronto alla variante Wuhan rispetto al Pfizer (riduzione di 8.1 volte per Sputnik rispetto a 21.4 volte per il Pfizer)».

Una notizia confortante che giunge nel periodo in cui s’addensano le ombre sull’andamento pandemico che ieri registrava un’altra vittima, la 107ª sul Titano. Intanto la curva epidemiologica continua a impennarsi, sfiorando i 1.700 casi attivi e portando a quota 11.466 i contagiati da inizio pandemia. L’aritmetica dettata dal virus conta quindi 1.684 malati a fronte di 186 positività rilevate nelle ultime 24 ore. In sofferenza l’ospedale con 12 ricoverati, mentre restano stabili a 4 unità i pazienti monitorati in Intensiva.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui