L’infanzia di Fellini: sicuri di sapere tutto?

È primavera, il tempo è splendido, cosa c’è di meglio dunque di alcuni Incontri con l’autore sull’erba per passare queste calde serate quasi estive? Il debutto, poi, è all’insegna di Federico Fellini: questa sera alle 21 nel parco della Serra Cento Fiori (via Galliano 19, ai bordi del parco XXV aprile).

All’infanzia del regista riminese infatti è dedicata l’ultima fatica letteraria di Davide Bagnaresi, ricercatore storico riminese: Federico Fellini. Biografia dell’infanzia, edizioni Sabinae. Bagnaresi ne discuterà con l’amico – ed esperto di cinema nonché poeta – Gianfranco Miro Gori, in una serata coinvolgente.

Il lavoro di ricerca di Bagnaresi – storico che da anni collabora con l’Università di Bologna occupandosi di tematiche legate al mare, al turismo e al motociclismo – sull’infanzia e la giovinezza di Fellini nella sua città nativa ha portato a ricostruire il capitolo mancante della biografia storica del genio riminese: i documenti, i fatti e le curiosità sull’infanzia di un ragazzo che un giorno partì da Rimini. Fellini infatti non nasce in un treno in corsa, non scappa da bambino con il circo né tantomeno giunge a Roma da solo, nel 1939, pronto a sfondare nel mondo del cinema. Federico un ragazzo all’apparenza come tanti altri. Proviene da una famiglia medio-borghese, muove i suoi primi passi nel clima severo della piccola provincia. Esattamente come i suoi coetanei studia, si diverte a fare scherzi con gli amici, va al cinema e ha una fidanzatina. Mostra però sin dall’infanzia una passione sfrenata per i burattini e un certo talento per il disegno. Ma quali esperienze hanno caratterizzato l’infanzia del piccolo Federico? Quali sono realmente i luoghi della sua adolescenza e quanto le dinamiche del borgo nativo hanno influito su quel 19enne che ancora sconosciuto giunge alla stazione Termini? Ecco, l’incontro con Bagnaresi e Gori risponderà a tante domande.

La rassegna proseguirà il 10 alle 21 con Sabrina Foschini, curatrice dei due volumi La mia storia nell’arte. Ritratti di gatti indimenticabili e Ritratti di cani indimenticabili, editi da Nfc Edizioni, che vedono i contributi di Lia Celi, Alessandro Giovanardi e Massimo Pulini. Interverranno Giovanardi e Vera Bessone.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui