L’imolese Fabio Mazzini presenta il nuovo disco “Direzioni”

A quattro anni da “Riverman”, il suo primo disco, lo stile del musicista romagnolo Fabio Mazzini ha cambiato forma, con nuove sonorità blues e ambient raccolte in “Direzioni”. Il nuovo album racconta lo scorrere del tempo nelle sue molteplici declinazioni: il suo fluire dall’alba al tramonto, l’alternanza delle stagioni, il passaggio dall’infanzia all’età adulta. Attraverso brani molto diversi tra loro si sviluppa una vita intera, le strade si intersecano e si allontanano, ma alla fine portano a una sola meta: l’arrivo di un nuovo giorno.

Il disco è stato scritto, suonato e registrato al Blue Garage Studio, che ha costruito sotto casa durante la pandemia. È uscito il 9 settembre scorso con l’etichetta Raighes Factory, fondata dal chitarrista e compositore sardo Roberto Diana.

«La pandemia ha costretto tutti, in particolare gli artisti, a privarsi di un elemento creativo fondamentale: la condivisione. L’unica cosa che ho potuto fare è stata dedicarmi alla musica in maniera completamente nuova, più intima. Ho allestito un piccolo studio di registrazione in garage, dove ho registrato, mixato e masterizzato tutto, trovando un equilibrio sonoro che mi rappresentasse al massimo» dice l’artista.

Mazzini è nato a Imola ed è da sempre impegnato in molteplici progetti musicali. Inizia la carriera con la band Anne Bonny. Esordisce come solista nel 2018 con l’album “Riverman”, nel quale fonde il cantautorato folk di matrice americana con l’alternative tipico degli anni Novanta, prendendo ispirazione dai dischi di Nick Drake. Nel 2019 si laurea al Conservatorio Jazz di Ferrara e vince la borsa di studio che gli permetterà di suonare con la On Time Jazz Orchestra. Nello stesso anno incide un ep registrato dal vivo con il quartetto Hononga, insieme a Roberto Bartoli (contrabbasso) Vasko Atanasovski (sassofono) e Ariel Vei Atanasovski (violoncello). Collabora con il percussionista Paolo Caruso e con il sassofonista Gianni Perinelli nel progetto UiPleiRilliLaiv, improvvisando sul palco musiche in cui il jazz si mescola alla world music e all’elettronica.

Dal 2021 inoltre collabora con il cantautore romagnolo Giulio Cantore e lo accompagna nelle date italiane per la promozione del disco “Di casa e altre avventure”.

È attualmente in studio con Roberto Bartoli (contrabbasso) e Francesco Merli (chitarra) per il loro primo album di brani originali, in uscita a novembre 2022.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui