L’ex depostito Atr diventa la casa delle arti contemporanee

Una casa per “il contemporaneo”. Presto, l’ex deposito Atr avrà nuova vita, infatti il Comune ha in serbo un progetto da 1 milione 500 mila euro per recuperare l’edificio e utilizzarlo come una sorta di arena coperta per tutte quelle realtà artistiche contemporanee che sono motore per la cultura della città. Lo storico plesso sarà quindi riqualificato con un grosso intervento e gli sarà data una nuova vocazione, non a caso gli ambienti sono ripensati per creare spazi culturali, teatrali, espositivi ma anche laboratoriali. «Tutto ciò si inserisce perfettamente in quello che vuole essere il nostro obiettivo – afferma l’assessore alla Cultura, Valerio Melandri -. La città vanta già un teatro che conta 30-40mila spettatori l’anno. All’interno del progetto di valorizzazione del miglio razionalista abbiamo creato una casa per la musica con l’auditorium all’ex cinema Odeon, in quanto sono ben noti i limiti del San Giacomo, e ora recupereremo l’ex deposito Atr per far convogliare tutto il mondo del contemporaneo. Uno spazio che manca in città». Per portare a termine il progetto, che tra qualche giorno diventerà esecutivo, il Comune ha partecipato al bando “Riqualificazione Urbana 2021” . Per la realizzazione, se la candidatura verrà accettata, gran parte delle risorse (1 milione 150 mila euro) sarebbero coperte dal finanziamento, mentre 350 mila euro sarebbero le risorse comunali messe a disposizione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui