FORLI’. «Dal fango di una emergenza annichilente si tenta di far nascere fiori»: è un messaggio forte e anche coraggioso quello che parte da Area Sismica di Ravaldino in Monte, proprio in questi mesi segnati dalle conseguenze, dalla paura e dal disorientamento prodotti dal Covid-19. Al Circolo Arci di via Le Selve 23, Ariele Monti e i suoi collaboratori hanno lavorato quindi per proporre al pubblico una rassegna estiva, che, anche in caso di un eventuale nuovo e malaugurato lockdown, possa venire almeno in parte realizzata usufruendo dello streaming.
Rimettere in circolo le risorse
«Come beneficiari di contributi pubblici – spiega infatti Ariele Monti – abbiamo deciso di rimettere in circolo le risorse allestendo un programma ad hoc anziché, come sarebbe stato molto più semplice, ripianare i debiti. La nostra prima istanza infatti è tornare a vivere, anche se in uno stato neanche apparentemente “normale”. E poi c’è una sorta di obbligo morale a ripartire in qualche modo: quello di sostenere tutti coloro che ruotano attorno ad Area Sismica, dai musicisti, allo staff, ai tecnici, ai noleggiatori, agli uffici stampa e tante altre figure fondamentali».
Dedicata a Pierantonio Pezzinga, storico “amico” e ispiratore del locale di Ravaldino in Monte con il suo interesse per la sperimentazione musicale nelle diverse forme della modernità, “Area Sismica estate 2020” viene inaugurata sabato 20 e domenica 21 giugno per svolgersi poi in diversi fine settimana estivi fino all’inizio di agosto. Sul palco sale, appunto il 20, la Compagnia di Arte Drummatica: il gruppo di Mario Martignoni, Laura Comuzzi, Stefania Megale, Francesco Paolino e Massimiliano Amatruda propone una sonorizzazione di corti di animazione.
Posti limitati e pre-assegnati
Domenica 21 tocca invece a Eclissi (Massimo Pupillo, Elio Martusciello, Enrico Malatesta, Mattia Cipolli), una delle formazioni create ad hoc per la rassegna, oltre a Red Planet e Assolato Sisma. «Naturalmente – chiarisce Monti – i posti saranno limitati e pre-assegnati tramite la prenotazione via email a info@areasismica.it: indispensabile infatti in questa fase delicata garantire ogni tipo di sicurezza agli artisti, al personale e al pubblico per poter tornare al più presto alla normalità… anche se, come sa bene chi la frequenta, Area Sismica proprio “normale” non è mai stata!».
Sabato 4 luglio tocca a Red Planet (Marco Colonna, Edoardo Marraffa, Marco Zanotti, Fabrizio Spera) mentre il 5, in sede ancora da definire, anche ad Area Sismica iniziano le celebrazioni dantesche, visto che Edison Studio (Mauro Cardi, Luigi Ceccarelli, Fabio Cifariello Ciardi, Alessandro Cipriani) presenta la sonorizzazione del film muto “Inferno” di Francesco Bertolini e Adolfo Padovan (1911).
Il 18 luglio il pianista Fabrizio Puglisi offre la sua musica ai film muti “The Immigrant” (1917) e “The Rink” (1916) di Charlie Chaplin, e il 19 luglio l’A.L.M.A. Trio di Fabrizio Ottavucci feat Daniele Roccato. Papier Ciseau, in residenza dal 27 al 29 luglio, si esibisce in luogo ancora da precisare. Assolato Sisma è protagonista invece sabato 1° agosto. La rassegna viene conclusa domenica 2 agosto dal pianista Francesco Prode.
Tutti i concerti iniziano alle 21.30. Il costo dei biglietti è di 12 euro, 20 euro per abbonamenti sui due concerti del fine settimana. Per le date per le quali ancora non è stato definito un luogo di svolgimento, è consigliabile tenersi aggiornati attraverso i canali social, che daranno informazioni in tempo reale.
Info: 346 4104884

Argomenti:

area sismica

Forlì

musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *