L’Alighieri che ci guida: quante iniziative per il Dantedì

«“O frati”, dissi “che per cento milia / perigli siete giunti a l’occidente,/ a questa tanto picciola vigilia / d’i nostri sensi ch’è del rimanente,/ non vogliate negar l’esperienza,/ di retro al sol, del mondo sanza gente./ Considerate la vostra semenza:/ fatti non foste a viver come bruti,/ ma per seguir virtute e canoscenza”».

Superare i propri limiti

Così, con questi versi fra i più famosi dell’Inferno, Ulisse trascina i compagni verso la morte incitandoli a oltrepassare il limite della conoscenza umana. Un peccato di superbia intellettuale simile forse a quello commesso da Dante stesso con la stesura di questa “opera mondo”. Un’albagìa che però ci ha donato alcune tra le righe più stupefacenti mai scritte e pagine che – incuranti della fede in un Dio di cui pure si impregnano – attraversano indenni i secoli continuando a impartire lezioni anche a chi in quel Dio non crede.

Non stupisce, perciò, la risonanza che trova in questo funesto 2021 il Settecentenario della morte di Dante Alighieri: forse di lui più che di altri abbiamo bisogno, forse a quei versi ci rivolgiamo in cerca di un un senso che sfugge. E in attesa del decretato Dantedì nazionale (giovedì 25 marzo), ecco un florilegio di iniziative a partire proprio dalla terra in cui Dante trovò rifugio e in cui riposano le sue contesissime ossa, Ravenna.

25 marzo, Dantedì a Ravenna

La Giornata nazionale dedicata a Dante corrisponde alla data di inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia: l’equinozio di primavera del 1300. A Ravenna per l’intera giornata si susseguiranno iniziative dedicate principalmente agli studenti, tutte trasmesse in diretta streaming sul sito vivadante.it e sulla pagina Facebook “Ravenna per Dante”.

Il prologo del Dantedì è rappresentato, dal 22 al 24 marzo, dall’iniziativa didattica nazionale Futura Dante live che ospita laboratori sulla figura e l’opera di Dante ai quali partecipano le scuole di tutte le regioni italiane. Sede di coordinamento per la diretta streaming è la Biblioteca Classense di Ravenna. Partecipano alcuni fra i massimi esperti di Dante: Giulio Ferroni, Luca Serianni, Francesco Sabatini.

Luce e poesia

Nel nome di luce e poesia Ravenna celebra il giorno dedicato a Dante a partire dalla zona dantesca. Sarà il sindaco Michele De Pascale alle 9.30 ad aprire la tomba e a rabboccare l’olio donato dai fiorentini pentiti che arde nella lampada perenne.

Seguirà come di consueto la lettura quotidiana di un canto della Divina Commedia davanti alla tomba. Sarà Mara Dirani a leggere il primo canto della Commedia: «Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita…».

Il film “Per nostra fortuna”

La mattinata proseguirà alle 10.30 con la diretta dalla Classense, dove il regista e attore Massimiliano Finazzer Flory presenterà in prima assoluta il suo cortometraggio Dante, per nostra fortuna: «Ravenna non è dove mi attendo di omaggiare la morte di Dante ma il luogo in cui sento pienamente la vita di Dante e dell’Italia. Di più, avverto una commozione che sa di comunità e l’eco delle sue parole come guida a noi in viaggio».

La scuola per Dante

A seguire nella mattinata si svolgerà La scuola per Dante, un progetto di video e prodotti multimediali creati da studenti e studentesse delle scuole di Ravenna. Il percorso è ancora attivo e i risultati saranno continuamente aggiornati sul sito vivadante.it.

Alle 17 l’appuntamento quotidiano con L’ora che volge il disio, lettura perpetua della Commedia alla tomba di Dante: Finazzer Flory leggerà il Canto XXV del Paradiso.

Alle 17.15 diretta streaming con Cantare Dante a scuola, progetto di Ambrogio Sparagna e Orchestra Popolare Italiana per imparare a cantare le antiche melodie popolari.

Alle 17.30 in diretta streaming l’incontro formativo Dante, il mi’ babbo, ovvero come leggere Dante ai ragazzi.

Il treno di Dante

In serata, alle 21.30, il cantautore Lorenzo Baglioni condurrà Suona Dante con gli artisti selezionati per “Il treno di Dante”. Parteciperanno in collegamento gli Equ con “In viaggio con Durante”, le Vita Nova con “In treno con Dante” e Nemo con “Nemo vs Dante”. Ospiti Francesco Maria Gallo, Ricky Portera e Giordano Sangiorgi.

Il progetto ha selezionato artisti under 35 che saranno protagonisti di performance nelle stazioni del Treno di Dante: Ravenna, Faenza e Firenze. Evento finale il 21 giugno.

Altri contributi

Sul sito vivadante.it saranno caricati ulteriori contributi in occasione della giornata. Come Dante teologo e profeta della libertà, trailer dell’omonimo ciclo di conferenze a cura di Alberto Casalboni e dell’Associazione Romagna Camaldoli: le cinque conferenze sono state registrate nella basilica di San Francesco e ogni mercoledì dal 31 marzo al 28 aprile saranno rese disponibili sul sito.

Le prime cinque lezioni tenute da Alberto Casalboni, padre cappuccino di grande esperienza nello studio e nella esegesi del testo dantesco, vengono accompagnate dall’interpretazione dell’attore Gianfranco Tondini. La lezione conclusiva, affidata al monaco e teologo Ubaldo Cortoni, compatibilmente con l’emergenza sanitaria, è prevista nella basilica di San Francesco il 5 maggio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui