Jova a Marina di Ravenna, recinzioni spostate, disagi al deflusso

Preso d’assalto dai fan di Jovanotti, il deflusso sul litorale non ha fatto registrare problemi posto concerto. L’unico disagio – segnalato da qualche lettore – si è registrato all’uscita dal parcheggio scambiatore ma, come si è poi scoperto, a originarlo non sono state mancanze nell’organizzazione, bensì soluzioni “fai da te” di alcuni automobilisti che hanno pensato di aprirsi un varco tra le recinzioni per arrivare più velocemente su via Trieste ottenendo però il risultato opposto.

In quel modo hanno disorientato altri conducenti in fila, che si sono avviati lungo le carraie di campagna, contribuendo a formare un tappo in prossimità dell’immissione nella rotonda.

Una situazione che ha provocato incolonnamenti e intralcio alla circolazione allungando i tempi di uscita dal parcheggio, tanto che sono dovuti intervenire agenti della Polizia locale da altre postazioni per far cercare di far defluire il traffico.

«E’ stato un incubo – racconta uno degli automobilisti rimasti incolonnati –. Siamo arrivati alla macchina pochi minuti prima dell’una e siamo rimasti “prigionieri” fino alle 2.30. Poi tutti in colonna su una strada sterrata che costeggia un canale di bonifica, un paio di ponticelli superati e quindi la strada maestra raggiunta verso le 3».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui