RIMINI. “Mi sono divertito l’altra sera a Rimini. Il ponte romano, l’arco, una strana scultura di Gesù bambino… “. Sono parole di Jake Clemons, sassofonista della E-Street band di Bruce Springesteen, in Romagna per un concerto a Lugo. Clemons, nipote di Clarence “Big Man”, lo zio di cui ha preso il posto al fianco del Boss, dopo la sua morte nel 2011, è questo ragazzone pieno di ricci e di entusiasmo per le nostre antichità che vedete nel suo selfie. E’ stato portato a Rimini dal suo amico Lorenzo Semprini, musicista riminese leader dei Miami & The Groovers e assiduo frequentatore dell’entourage springsteeniano, nonché organizzatore dei “Glory days” dedicati ogni anno al compleanno di Bruce. Ebbene, Clemons si è mostrato entusiasta di Rimini sulla sua pagina Instagram, postando alcune foto del Ponte di Tiberio, dell’arco d’Augusto e della statua di Sant’Antonio da Padova conservata nel tempietto dei paolotti in piazza Tre Martiri, con in braccio Gesù bambino.

Una bella pubblicità per Rimini e la Riviera, dato il seguito del musicista in tutto il mondo. E chissà che non torni proprio per i “Glory days” e magari porti con se il capo Springsteen e qualcun altro della E-Street Band.

Argomenti:

rimini

Salvatore Barbieri
About the Author

Giornalista professionista dal 1988. Ha lavorato al Messaggero, alla Gazzetta di Pesaro, alla Gazzetta delle Dolomiti e ha collaborato con Ansa, Aga, Specchio, La Stampa, America Oggi. Attualmente è vice caposervizio della redazione Cultura & Spettacoli del Corriere Romagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *