Forlì: Isolpav, festa per i 40 anni: “Ma non si trova manodopera”

Una festa per i 40 anni di attività e il progetto di allargare l’attuale sede di via Schiaparelli. Un’occasione importante quella vissuta giovedì da Cesare Valentini, titolare della Isolpav, al timone con i figli Simona e Andrea, staff, soci e collaboratori, dell’azienda forlivese, leader nel mercato nazionale delle costruzioni per i lavori di sottofondi, massetti e pavimentazioni industriali. Quattro decenni nel corso dei quali la Isolpav è nata, si è sviluppata, ha superato momenti difficili e ora guarda al futuro con rinnovato ottimismo. Alla festa in sede anche i sindaci di Forlì, Gian Luca Zattini e di Meldola Roberto Cavallucci, essendo Valentini originario proprio della città bidentina.

Dagli inizi

Un periodo lungo, anche pensando che io lavoro da 50 anni – racconta Valentini – prima eravamo un gruppo di soci, poi nel 1982 ho deciso di fondare la Isolpav da solo. All’epoca i cantieri non erano molti e quindi si prendevano in tutta Italia: Maratea, Roma, in Liguria, in Toscana. Avevamo una sede a Ravenna, era utile per prendere gli appalti, poi a Forlì in via Brugnola e infine nel 2005 in via Schiaparelli. Il prossimo anno abbiamo in cantiere di raddoppiare la sede sociale. Io ho avuto l’onore di fondare l’azienda, ma adesso il mio orgoglio è che all’interno ci siano i miei figli e tutto lo staff di collaboratori che li aiutano. Ovviamente in questo periodo abbiamo anche dovuto affrontare due o tre crisi, ma adesso la situazione è buona».

I cambiamenti

Quarant’anni durante i quali il lavoro e i problemi sono cambiati. «Quando ho iniziato c’era molto meno burocrazia – commenta Valentini – oggi se non ci fossero uffici specializzati per appalti e certificazioni sarebbe impossibile. Oggi il problema maggiore è quello della manodopera che non si trova. Il nostro è un lavoro duro, nell’edilizia si fa fatica e quindi trovare personale non è facile. Noi cerchiamo di inserire dei giovani, ma ogni anno dobbiamo ricorrere all’estero perché in Italia non si trova gente. Sono partito come un’azienda familiare, ora abbiamo una quarantina di dipendenti oltre a una trentina di artigiani che collaborano».

L’impegno

Originario di Meldola, Cesare Valentini ha anche avuto un ruolo politico con una lista civica, per questo alla feste erano presenti sia Zattini sia Cavallucci, primi cittadini “passati” e attuali” della cittadina bidentina. «Ho contribuito a creare la lista civica “Noi meldolesi” con la quale abbiamo conquistato e cambiato Meldola. Poi non siamo riusciti a tenere la squadra unita, ma sono contento che adesso ci sia Cavallucci, che è capace e si dà da fare per Meldola». Rimane la festa con cui sono stati celebrati i 40 anni di Isolpav. «Hanno celebrato me – conclude Valentini – ma ho detto che qualsiasi azienda non è formata da un solo imprenditore: ci sono impiegati, dipendenti, soci che devono lavorare insieme. Quando vado in azienda e vedo l’armonia che c’è sono molto orgoglioso, vuol dire che le cose vanno bene».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui