Ipercorpo, torna a Forlì il festival delle arti dal vivo

Nel settembre forlivese, ricchissimo di eventi finalmente “in presenza”, Città di Ebla propone il “secondo tempo reale” di Ipercorpo, dopo la prima parte svoltasi nell’ottobre del 2020. Il “Festival internazionale delle Arti dal vivo”, alla 17ª edizione, «si indirizza ad alcuni assi specifici di interesse – racconta Claudio Angelini, direttore artistico del Festival – che sono il contemporaneo, l’ascolto, e la possibilità di prendersi un tempo reale, per vivere con maggiore consapevolezza l’arte e il presente. Grazie alla disponibilità della famiglia Lombardi, avremo anche la possibilità di sconfinare nei bellissimi spazi dell’Arena forlivese, con le sezioni di Musica e di Arte curate rispettivamente da Davide Fabbri con Elisa Gandini, e Davide Ferri». Proprio queste sezioni inaugurano il festival, oggi con Gazing a music (ore 20), gli ascolti presenti poi in tutte le serate, e il primo incontro del progetto “Verso sera”, in cui il curatore dialoga con gli artisti, questa sera Emanuele Becheri (ore 19). Infine, alle 21.30, i concerti di Marco Frattini e Drovag nel teatro tenda di Ex Atr. Il 16, il Teatro-Danza apre con Andrea Costanzo Martini che propone “Scarabeo” e “Occhio di Bue”, mentre a “Verso sera” è protagonista Giovanni Ozzola. Ai giovani neo diplomati della “Civica scuola di teatro Paolo Grassi” di Milano, “Ipercorpo” riserva “En Avant!”, performance con le creazioni di giovani coreografi (ore 21.30). Cristina Kristal Rizzo e Salvo Lombardo propongono due percorsi incentrati sul tema della danza come pratica artistica e del ballo come pratica sociale: il 17 settembre quindi alle 21.30 si alza il sipario su “BoleroEffect” di Rizzo, preceduto dal workshop per danzatori “Real life > dance reel” (ore 17). Lombardo invece il 18 (ore 21.30) propone “Outdoor dance floor”.

All’Arena Forlivese, sempre il 17 e il 18 settembre, presentano i loro lavori Corinna Gosmaro e Sissi. La domenica apre alle famiglie con il circo contemporaneo di Ilona Jäntti con il suo “Atlas” (ore 17.30), mentre viene dato spazio anche agli under 25 con “Congegno emotivo” a cura di Monica Francia (ore 16). «Sempre più torniamo a una dimensione internazionale – commenta Angelini – grazie agli artisti che oggi possono tornare a muoversi, e a un importante progetto, “BeInternational”, vincitore del bando ministeriale “Boarding Pass Plus”, di cui Ipercorpo è partner insieme a otto realtà nazionali e sette paesi esteri». Anche quest’anno infatti a Ipercorpo tornano il video progetto “Family Affair” di ZimmerFrei e il masterclass internazionale “Scena Europa”. Sarà possibile anche vedere il concept di Paola Bianchi “La mia pelle è teatro” e visitare il centro visite del “Museo diffuso dell’Abbandono”, progetto di Spazi Indecisi. «Ex Atr si conferma luogo del contemporaneo – ribadisce l’assessore alla Cultura del Comune di Forlì Valerio Melandri – , un ambiente in cui a ogni edizione di “Ipercorpo” trovi nuove idee, nuove suggestioni, e soprattutto qualcosa che non ti aspetti…». Biglietti: 10-5 (Biglietteria@ipercorpo.it).

Info: 320 8019226

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui