Investito sulle strisce: grave 90enne a Cesena

Stava tornando a casa dopo aver fatto scorte alimentari per il pranzo di mezzogiorno. È stato investito da una vettura ed ora è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Maurizio Bufalini di Cesena.
Teatro dell’incidente ancora una volta (nel giro di pochi giorni) viale Matteotti. Questa volta il punto d’impatto è adiacente all’intersezione con la via ex Tiro a Segno.
Mancava una manciata di minuti alle 8.30 di ieri quando Germano Gardini era in fase di rientro a casa. Vive a pochissima distanza dal luogo dell’incidente. Dalla prima ricostruzione dell’accaduto sulla strada stava marciando una Volkswagen Polo con a bordo una famigliola di Cesena: genitori e figlio piccolo nel seggiolino. Tutti da chiarire i motivi per i quali pedone e vettura non si sono visti reciprocamente. Gardini, 90 anni, stava impegnando l’attraversamento sulle strisce pedonali quando è finito a terra. Prima l’urto con il veicolo poi quello sull’asfalto.
Sul posto è stata chiamata ad intervenire un’ambulanza del 118 assieme all’auto medicalizzata. Mentre i carabinieri di Borello iniziavano i rilievi di legge per ufficializzare la dinamica del sinistro, il 90enne cesenate è stato trasportato con la massima urgenza all’ospedale Maurizio Bufalini di Cesena. Dove, dopo una lunga trafila di esami la situazione che preoccupa maggiormente è quella del trauma cranico che il pedone ha subito nell’urto. Anche per l’età non più verde che lo contraddistingue i sanitari della traumatologia ospedaliera hanno prudenzialmente posto il cesenate in prognosi riservata. Si trova ricoverato nell’area critica del reparto di Medicina d’Urgenza.
È i secondo investimento di pedone in poco tempo avvenuto in questa zona di viale Matteotti. Negli ultimi giorni di ottobre sempre a ridosso delle strisce pedonali ma poco più verso il centro, nel tratto dove si fronteggiano farmacia e Caffè Sinatra, Giancarlo Collina, 82 anni, era stato travolto da una vettura marca Chevrolet. Anche per questo pedone si era reso necessario il ricovero nell’area intensiva del reparto di Medicina d’Urgenza del Bufalini ed anche per lui la prognosi è riservata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui