Tutti coloro che si trovano a investire con il trading online hanno un unico e comune scopo: quello di ottenere il rendimento più alto possibile dal proprio investimento, sia esso piccolo o grande. A tal proposito ci sono una serie di investimenti che garantiscono, per quanto possibile, rendimenti alti e sicuri. Un’idea comune è che questi investimenti siano alla portata soltanto degli investitori con maggiori fondi, ma non è così.

Infatti,con gli attuali strumenti e supportati dalle migliori piattaforme di broker online, è possibile ottenere degli ottimi guadagni anche con un investimento minimo, perfino anche soltanto con 100 euro o poco piu.

Nel seguente articolo vogliamo illustrare i migliori investimenti ad alto rendimento disponibili ai giorni nostri ed accessibili anche ai piccoli investitori e alle persone comuni.

Investire ad alto rendimento sul mercato finanziario con due semplici strumenti

Cosa vuol dire investire? Investire vuol dire, in parole povere, ottenere dei profitti più o meno elevati sfruttando i continui movimenti dei titoli sui mercati finanziari. I mercati su cui è possibile investire sono vari, ovvero:

  • Azioni
  • Materie prime
  • Valute
  • Criptovalute

Il funzionamento di un investimento in questi diversi mercati è sostanzialmente sempre lo stesso: gli asset vedono un aumento o una diminuzione del loro prezzo, e queste oscillazioni generano guadagni o perdite a seconda del tipo di investimento.

Gli strumenti finanziari ad alto rendimento sono quelli che permettono di ottenere un profitto sia quando l’asset si trova in un trend positivo sia quando si trova invece in un periodo di trend negativo. Questo perché con questo tipo di investimento si fa semplicemente una previsione sull’andamento del titolo, dunque se si prevede correttamente che il titolo è in ribasso si può comunque ottenere un guadagno.

Uno di questi strumenti, e probabilmente il migliore e più utilizzato tra essi, sono i CFD. CFD è un acronimo che sta per contract For Difference, ovvero contratti per differenza. Questi sono dei contratti finanziari che assumono il valore di un titolo finanziario sottostante. Si compra ad esempio non il titolo X, ma il CFD sulle azioni del titolo X.

Questo CFD ha il prezzo delle azioni sottostanti, e lo si deve comprare se si pensa che il titolo X salirà o vendere se si pensa che scenderà. Questo modo di fare trading si chiama “vendita allo scoperto” ed è un buon metodo per garantirsi un guadagno ad alto rendimento anche quando il titolo è in ribasso.

Questa è la grossa differenza con il trading tramite DMA, ovvero “Direct Market Access”. Con questo tipo di investimento infatti si acquista direttamente l’azione e quindi, nel momento in cui il suo prezzo si dovesse trovare in ribasso, l’investimento andrebbe perduto.

Con i CFD non importa che movimenti faccia questo prezzo, l’importante è, semplicemente, che si muova. Infatti il profitto viene generato dalla differenza di prezzo tra il momento in cui si apre l’operazione e quello in cui la si chiude.

Ulteriori vantaggi dei CFD sono anche ad esempio la loro semplicità di utilizzo,che li rende accessibili a tutti; non hanno costi di commissione né tantomeno prevedono l’imposta di bollo di deposito titoli e permettono di cominciare a investire ad alto rendimento anche con depositi minimi di ad esempio 100 euro.

Se poi si vuole puntare sempre più in alto e non ci si vuole accontentare dei semplici CFD, si possono moltiplicare ulteriormente questi rendimenti con l’utilizzo della leva finanziaria. Questo infatti è un vero e proprio moltiplicatore che permette di effettuare il prodotto del guadagno per un numero e in tal modo aumentare di molto il profitto.

Ma attenzione! Ad essere moltiplicati non sono soltanto i guadagni ma anche le eventuali perdite, quindi questo strumento va utilizzato con molta parsimonia, così come con grande cura e attenzione si devono effettuare tutte le operazioni di investimento se si vuole avere realmente successo con il trading online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *