Investimenti online: oggi conviene affidarsi agli indicatori di trading?

Il grandissimo boom di investimenti online, fatto registrare nell’ultimo biennio, ha portato sempre più investitori a chiedersi se sia conveniente affidarsi agli indicatori di trading. Quest’ultimi si propongono di offrire una chiave di lettura delle oscillazioni dei mercati finanziari e di conseguenza anche una migliore facilità di previsione di un andamento futuro. Esistono però tanti diversi indicatori di trading e non tutti sono tra essi concordi. Di conseguenza è evidente quanto sia importante scegliere uno strumento affidabile.

In generale sono sempre più apprezzate le analisi tecniche offerte dagli specialisti che operano per conto delle piattaforme dei broker più celebri per il trading online. Queste hanno infatti reso i propri servizi decisamente più semplici e intuitivi, accrescendo in maniera significativa l’interesse di molti potenziali investitori. Inoltre quasi tutti i broker permettono ormai ai propri iscritti di effettuare delle operazioni su un conto demo.

Si tratta di una possibilità molto utile e gettonata, in quanto consente di seguire degli indicatori ed effettuare poi delle simulazioni di investimento, valutando così gli effetti che questi avrebbero prodotto nel breve, nel medio e nel lungo termine. In questo modo è quindi possibile ottenere un’indicazione di massima sull’affidabilità di un indicatore specifico, anche se occorre sempre ricordare che ogni singolo investimento fa storia a sé e presenta sempre un margine di rischio e un certo grado di imprevedibilità.

Fonte: gli indicatori di trading spiegati dagli esperti del portale TradingOnline.wiki

Come scegliere un indicatore

È molto importante scegliere gli indicatori di trading giusti, in modo da comprenderne pienamente il funzionamento e le potenzialità. In questo modo è anche possibile evitare strumenti poco affidabili. Dopo aver individuato un indicatore considerato affidabile e magari averlo anche testato su un conto demo, è possibile iniziare ad utilizzarlo. Per farlo però è necessario aver compreso in modo approfondito il suo reale meccanismo di funzionamento.

Uno degli indicatori più utilizzati al momento è il Media Mobile Semplice che si basa sulle medie di ogni titolo e sui loro movimenti in un grafico. In base ad un andamento nel tempo permette di ipotizzare quale sia il trend in atto di un titolo. Esistono poi i cosiddetti Pivot Points, ovvero i punti cardine calcolati da un apposito indicatore. Queste offrono un’idea di quando un titolo si trova su valori che potrebbero innescare una rapida discesa del suo prezzo o un incremento significativo.

Si tratta di un sistema interessante che tiene di conto dell’approssimarsi di un titolo al suo valore di minimo e di massimo storico. Altri indicatori molto interessanti presentano l’utilizzo di fattori specifici, come ad esempio i punti di ipercomprato e di ipervenduto. Questi punti specifici consentono di capire quando vi sono troppi traders che puntano sull’aumento e sul ribasso di uno specifico titolo. In alcuni casi questi valori sono espressi anche in modo numerico, con un valore compreso tra 0 e 100.

Altri fattori utili da considerare

Gli indicatori possono aiutare un trader a comprendere in anticipo l’imminente inversione di tendenza di un titolo e di conseguenza rappresentano uno strumento importante. Tutto ciò è particolarmente vero, a patto che venga scelto un indicatore affidabile e che venga sempre tenuta presente l’esistenza di un margine di errore e di imprevedibilità. Molti investitori utilizzano gli indicatori per stabilire i prezzi di entrata e di uscita, ovvero di acquisto e vendita di uno specifico titolo.

Gli indicatori hanno quindi i seguenti vantaggi:

  • Non sono complessi da utilizzare.
  • Offrono utili indicazioni di massima.
  • Permettono di mantenersi aggiornati.
  • Aiutano a determinare le dinamiche in atto.
  • Consentono di conoscere le intenzioni dei traders.
  • Possono facilitare gli investimenti.

In conclusione, quindi oggi è sicuramente conveniente affidarsi agli indicatori di trading per comprendere la possibile direzione di uno specifico asset in un periodo di tempo. Per disporre di una maggiore percentuale di affidabilità è importante scegliere un indicatore riconosciuto dagli esperti del settore come affidabile e ben strutturato, ricordando che nessun indicatore è infallibile, in quanto tutti sono basati su algoritmi matematici.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui