Intercultura, universitari americani nelle scuole di Forlì

L’istituto comprensivo “Annalena Tonelli” spalanca le porte delle scuole per un’esperienza influenzata dalla cultura d’Oltreoceano. Un vero e proprio ponte tra l’America e Forlì nel segno dell’ospitalità e della crescita culturale. E’ partito, infatti, con grande successo il progetto internazionale che vede protagonista tutto l’Istituto Comprensivo 4 di Forlì e una settantina di studenti dell’Università statunitense “Virginia Tech”, della città di Blacksburg. L’intera azione è stata promosso dalla Fondazione Butterfly Onlus da tempo attiva nel mondo della cooperazione internazionale e che si è impegnata per offrire all’Ic 4 “Annalena Tonelli” un’opportunità unica. Nello specifico, il programma prevede l’accoglienza in quattro settimane di un gruppo di studenti dell’Università statunitense “Virginia Tech” in ogni plesso dell’Istituto: scuola dell’Infanzia e Primaria “Alessandro Manzoni”, Primaria “Dante Alighieri” e la Secondaria di primo grado “Piero Maroncelli”.

L’apprendimento

«Siamo davvero contente di questa iniziativa – afferma Francesca Fantini che si esprime a nome di tutte le docenti dell’istituto –. È una valida occasione per confrontarci con studenti statunitensi pronti a mettere in gioco le proprie competenze a beneficio dei nostri alunni». I giovani universitari americani affiancano i docenti curricolari in orario sia scolastico che extrascolastico, mettendo in campo attività utili a sviluppare le abilità di comprensione e di espressione in lingua inglese e a stimolare l’interesse e il piacere verso l’apprendimento di una lingua straniera. La presenza degli studenti della Virginia, inoltre, favorisce l’apertura e la conoscenza della cultura di altri popoli e contribuisce a promuovere negli studenti la consapevolezza sociale, la comprensione e il rispetto di stili di vita, di punti di vista e opinioni diversi.

Solidarietà e accoglienza

«Questo progetto si rivela essere un ottimo mezzo di promozione individuale e sociale – aggiunge l’insegnante –. Gli studenti hanno la possibilità di arricchire il proprio bagaglio cognitivo, ma anche l’opportunità di assumere comportamenti orientati alla solidarietà e all’accoglienza. Come sempre la Fondazione Butterfly onlus è in prima linea quando si tratta di favorire l’istruzione e l’inclusione, oltre che in ambito internazionale (ha costruito più di 30 scuole in Etiopia e Madagascar) anche sul nostro territorio forlivese, dove collabora a progetti di educazione alla cittadinanza attiva nelle scuole. Ancora una volta, dunque, la sinergia tra le associazioni del territorio e l’Istituto comprensivo 4 si rivela essere un punto di forza per l’ampliamento dell’offerta formativa e per garantire la crescita sociale e culturale di tutti gli alunni».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui