Innovazione, al via WMF2022: a Rimini si racconta il futuro

Ambiente, tecnologia, robotica, diritti umani, smart cities, lotta alla criminalità e tanti altri temi, legati dal comune denominatore dell’innovazione tecnologica per la costruzione di un futuro migliore, paritario e sostenibile. Sono le tematiche al centro del WMF2022 che aprirà le porte domani alla Fiera di Rimini, dove sono attesi grandi ospiti. Con la conduzione di Cosmano Lombardo, chairman e fondatore del WMF, e la co-conduzioni di Natasha Stefanenko, Anna Safroncik e Diletta Liotta, il Festival darà voce a personalità della nostra epoca. Grande risalto verrà dato ai temi delle AI e della robotica; dal primo incontro dal vivo con Robot Sophia, la macchina umanoide più avanzata del mondo giunta direttamente da Hong Kong, al progetto dell’IIT documentato negli anni dal WMF iCub, raccontato da Daniele Pucci – Head of Artificial and Mechanical Intelligence – fino alla presenza in stage del cane meccanico della Boston Dynamics Spot, portato sul palco dal prof. Bojan Jerbic del Dipartimento di robotica dell’Fsb di Zagabria e coinvolto nei progetti del WMF International Roadshow che hanno anticipato durante tutto l’anno la kermesse di giugno. Presenta anche il robot del nucleo artificieri della Polizia, che mostrerà al pubblico come disinnescare un ordigno. La tecnologia e l’innovazione digitale rimangono i capisaldi della formazione e degli speech ispirazionali del WMF. Quest’anno saranno protagonisti nomi come Angelo Zinzi, tecnologo dell’Asi (Agenzia Spaziale Italiana) che illustrerà le nuove tecnologie in materia di difesa planetaria, e Giorgio Metta, Direttore Scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), che parlerà dei progetti dell’istituto su Ricerca innovativa e Tech Transfer. Diversi gli speech rivolti all’ambiente e al rispetto dei diritti umani, con la presenza di ospiti come Linda Sarsour, attivista americana fra le organizzatrici della Women’s March. Parlerà agli ospiti del Festival di Diritti umani e innovazione.
Savo Heleta, professore alla Durban University of Tech del Sud Africa, affronterà invece il tema del cambiamento climatico e della cittadinanza del futuro. Non mancheranno inoltre le tematiche della lotta allo spreco alimentare e della sostenibilità con Andrea Segrè, Founder della Campagna Spreco Zero/Waste Watcher International.


Dopo due anni di pandemia, al WMF verrà fatto il punto sull’attuale situazione di sanità, innovazione, Ricerca e tech transfer con l’intervento di Nino Cartabellotta, medico e presidente della Fondazione Gimbe che da anni collabora con il Festival. “Un Mainstage mai così variegato di ospiti e tematiche di attualità, con cui tracceremo i trend del domani e il futuro del nostro paese”, ha commentato Cosmano Lombardo, ideatore del WMF. “Siamo davvero orgogliosi di poter portare un programma così ricco di iniziative raccontate da personalità di questo livello. Il Mainstage è il cuore del Festival e gli incontri di valore saranno la colonna portante del WMF”. Atteso il ritorno dell’ultrarunner Roberto Zanda, fonte di ispirazione con la sua storia di sopravvivenza e resistenza alle avversità. Per la prima volta fra gli ospiti invece, Danielle Frederique Madam, pesista e personaggio televisivo, che affronterà il tema dello sport come mezzo di inclusione, e Hassan Nourdine, campione italiano di pugilato. Di legalità e lotta alla mafia si parlerà con il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri e il regista, attore e sceneggiatore Pif. Un’occasione per rimarcare il messaggio contro la criminalità sostenuto dal WMF, in memoria del trentesimo anniversario delle stragi di mafia di Capaci e Via d’Amelio. Il Mainstage del WMF sarà infatti titolato proprio a Falcone-Borsellino.


Dal mondo del cinema e dell’intrattenimento, arrivano poii registi Pupi Avati e Alessio Cremonini, l’attore Alberto Malanchino e i doppiatori Franco Latini, Alessandro Messina, Giorgio Borghetti, Marco Mazzocca, che racconteranno i retroscena del grande schermo, del doppiaggio e di tutto ciò che gira intorno al mondo della pellicola. Più di 90 referenti istituzionali prenderanno la parola in oltre 17 panel, tra cui il ministro Giovannini, i Sottosegretari di Stato Della Vedova e Costa, il consigliere del Mipaaf Elio Catania, i deputati Barzotti, Carabetta, Invidia, Zanichelli, Bruno Bossio, Ianaro, Viscomi, l’eurodeputato Benifei e la vicepresidente dell’Emilia-Romagna Schlein. Al WMF, anche il panel con i sindaci dei Comuni parte del WMF HUBitat e i panel sulle audizioni parlamentari su IA e Digital Creators. Invece con Giuseppe Iacono, coordinatore di Repubblica Digitale – di cui il WMF è membro ufficiale – si parlerà di competenze digitali e del piano strategico per colmare il gap esistente.
Tanti infine i momenti di show e musica con le esibizioni live di Irama, Roy Paci e Queenmania.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui