Inno techno al duce negli stand di “Cesena con gusto” – VIDEO

Inno techno al duce negli stand di "Cesena con gusto" - VIDEO

CESENA. Le parti salienti del discorso del duce nella dichiarazione di guerra del 10 giugno 1940, riassunte a tutto volume in poco più di un minuto e mezzo. Poi il “martellare” della techno e l’incalzante ritornello campionato: tra “duce” e “vinceremo”. Non siamo ad un raduno di nostalgici a Predappio e nemmeno davanti ad una sede di estremisti di centro destra. I suoni, anche video ripresi da un residente sbalordito e disgustato, venivano invece dalla fiera “Cesena con gusto” e da uno dei tanti stand che in queste ore animano ancora piazza Della Libertà.

La vicenda risale a due sere fa. Ed è stata segnalata nella mattinata di ieri. Qualcuno a stand aperti con ancora molte persone, soprattutto giovani, che tagliavano la piazza alla ricerca di qualcosa da bere o da sgranocchiare, ha fatto una scelta musicale a dir poco sconcertante, considerando che il panorama non era quello di una discoteca da “martello e pasticche” ma il cuore del centro cittadino e di una sagra enogastronomica.
A tutto volume è stata irradiata una traccia rivisitata di un brano del Dj Daniele Mondello. Un remix dal titolo “Tatanka Mussolini”. Un brano “hardstyle”, che è una sorta di sottogenere della techno, che all’epoca della sua registrazione (cioè una decina di anni fa) faceva capolino nelle discoteche di genere e piaceva abbastanza agli amanti dello stile e della cultura Gabber; una “moda” ormai estinta che fu vicina agli ambienti del centro destra. L’eco dell’inneggiare al duce è stato ripreso da un residente con lo smartphone e sentito dai tanti in piazza. Chi ha filmato si è sentito anche minacciato: “guardato male” per aver fatto riprese in quel contesto.
«È un brano che per quanto so sta diventando una sorta di inno dei neofascisti – spiega l’autore del video e della segnalazione – Chi lo ha messo su e chi lo cantava non erano persone di passaggio ma standisti tra quelli di piazza della Libertà», l’accusa videoregistrata.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *