“Ingiusta detenzione”: Sollecito a Rimini intervistato da Cucuzza

"Ingiusta detenzione": Sollecito a Rimini intervistato da Cucuzza

L’arresto all’alba, le foto segnaletiche e le impronte digitali, l’ingresso in cella, i dubbi, i silenzi, le paure della vita in carcere da innocente. È il filo conduttore che lega i cinque protagonisti di “Non voltarti indietro”, il docufilm sugli errori giudiziari che sarà proiettato sabato prossimo 26 ottobre all’Hotel Sporting di Rimini. Il contesto sarà diverso rispetto a quello della prima proiezione riminese, avvenuta meno di un mese fa al Teatro degli atti nell’ambito di un’iniziativa istituzionale della Camera penale e dell’Ordine degli avvocati di Rimini. A organizzare l’incontro, stavolta, dal titolo “Vite rubate”, è infatti la cooperativa sociale “Ragazzi e Cinema” – che opera nel campo dell’animazione e dell’intrattenimento per i giovani (e organizza corsi estivi a Bellaria), che ha scelto la via del sensazionalismo rischiando però di fare un po’ di confusione sull’argomento che si vuole approfondire: l’ingiusta detenzione. Tra i relatori figura Raffaele Sollecito, rimasto in carcere quasi quattro anni e cioè dal 6 novembre del 2007 al 3 ottobre del 2011, prima di essere assolto in via definitiva dall’accusa di concorso (con Amanda Knox, anche lei assolta) nell’omicidio di Meredith Kercher, studentessa inglese assassinata a Perugia l’1 novembre del 2007. Per la giustizia è innocente, ma non gli è tecnicamente dovuto nessun risarcimento – secondo quanto ribadito dalla Cassazione – perché «fornì informazioni menzognere e contraddittorie» e perché le sue affermazioni «hanno trovato smentite puntuali sotto ogni aspetto». All’incontro prenderà parte, tra gli altri, l’avvocato Renato Pulcini, difensore del fondatore ed ex presidente di “Ragazzi e Cinema”, condannato in via definitiva a quattro anni e sei mesi di reclusione per prostituzione minorile, violenza sessuale e cessione di stupefacenti e imputato in un altro procedimento penale senza che finora le presunte “nuove prove” abbiano scalfito il verdetto di colpevolezza. A “vigilare” sulla correttezza dei piani di discussione saranno dei veri esperti in materia: i giornalisti Valentino Maimone e Benedetto Lattanzi, fondatori di Errorigiudiziari.com e coautori del film. Saranno presenti anche il regista Francesco Del Grosso, l’attrice Sara Casanica (“Amore strappato”), l’avvocato Gabriele Magno (“Art.643”). A moderare l’incontro sarà il giornalista Michele Cucuzza. Il programma prevede la proiezione del documentario alle 16.30 e, a seguire, il dibattito.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *