Incentivi e discarica: così Sogliano aumenta gli abitanti

I tanti incentivi comunali e il desiderio di fuga dalle città in tempi di pandemia tirano la crescita di Sogliano al Rubicone. Ci sono a Sogliano 15 residenti in più in un anno e per un Comune di 3.156 residenti in tutto è un segnale importante. Le mille agevolazione riservate a chi si trasferisce a Sogliano, tra cui l’importante bonus per l’acquisto della prima casa, ha visto il comune collinare registrare un piccolo balzo in avanti. Ma a Sogliano non si pagano i trasporti scolastici, il Comune rimborsa le tasse universitarie, chi accende un mutuo prima casa ha un forte bonus, le nuove aziende che si insediano per un triennio non pagano tasse, altre agevolazioni sono previste per famiglie e aziende. Anche se in calo rispetto a qualche anno fa, in tutto la presenza della discarica nel bilancio comunale vale ancora ben 10 milioni all’anno, tra conferimento rifiuti, energia prodotta con il fotovoltaico e produzione di biogas. Questo consente di mettere in campo tanti aiuti per i residenti.

ASogliano è negativo il saldo naturale (-15) ma è boom in quello migratorio (+30 residenti: suddivisi in + 3 stranieri e + 27 italiani). Sebbene i nati siano stati 23, sono stati superati dai defunti (38) e questa differenza non è stata “compensata” tutta dal Covid-19 visto che i morti positivi al virus sono stati 6. Spicca invece il saldo migratorio con movimento da fuori Comune, con gli emigrati che sono 76, contrastati dagli immigrati 106, con un saldo migratorio positivo (+ 30). Una curiosità è che le donne sono in perfetta parità rispetto ai maschi (1578 ciascuno).

Iprezzi abbordabili degli immobili rispetto ai territori di pianura e le forti agevolazioni messe in campo dall’amministrazione comunale, hanno fatto il miracolo. Forse ha inciso anche la ricerca di alloggi con corte e giardino, dove poter uscire senza incontrare nessuno, lontano dalle città che in tempi di lockdown sono state problematiche. Alcuni residenti informano di case in vendita da anni che sono andate a ruba negli ultimi 12 mesi, a conferma di questa tendenza.

«Siamo felici di avere nuovi concittadini – afferma la sindaca di Sogliano, Tania Bocchini – Questo aumento di abitanti dimostra che i nostri territori sono attrattivi. Esiste una riscoperta, anche nei più giovani, del valore di una vita immersi nella natura e inseriti in una piccola comunità che si riconosce come tale. Le persone scelgono di abitare a Sogliano prima di tutto per la qualità della vita, aiutati anche dai contributi comunali per l’acquisto e la ristrutturazione delle prime case e a sostegno dell’istruzione e delle famiglie in generale. Inoltre ben 13 giovani coppie soglianesi hanno ricevuto nel 2021 un contributo di 30mila euro ciascuna dalla Regione Emilia Romagna con il Bando Montagna, per l’acquisto e la ristrutturazione della casa. Noi amministratori non dobbiamo dimenticare – conclude la prima cittadina – che rimangono varie difficoltà per chi sceglie di abitare nei comuni collinari e montani. Prima di tutto occorre lavorare sui collegamenti stradali verso la pianura e per una connessione veloce».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui