RICCIONE. Vetrate offuscate dalla fuliggine, muri neri, bancone del bar come se fosse esplosa una bomba, soffitto scrostato dal calore.
Un grosso incendio ha distrutto nella notte tra domenica e lunedì il bar Belle Epoque di viale Dante. L’allarme è scattato una decina di minuti prima delle 2 per il denso fumo che usciva dal locale, che nella giornata di domenica aveva lavorato regolarmente fin dal mattino e aveva chiuso alle 20,30.

Sul posto sono arrivate le squadre dei vigili del fuoco di Rimini che si sono fatte largo tra la densa coltre nera e hanno scoperto che le fiamme erano partite dalla cucina e avevano completamente avvolto il piccolo spazio che si trova proprio nella parte retrostante del bancone. I residenti della zona sono stati svegliati di soprassalto dall’andirivieni dei mezzi a sirene spiegate. Il fuoco è arrivato anche a lambire la parte anteriore del locale, dove si trovano i tavolini e alcuni arredi.

I vigili del fuoco hanno provveduto a spegnere le fiamme e a mettere in sicurezza il bar. Il fuoco oltre ai danni a strumenti ed arredi, ha messo fuori uso anche l’impianto elettrico. Alla fine del loro intervento i vigili del fuoco hanno dichiarato la struttura inagibile, ma fortunatamente nessun danno è stato riscontrato agli appartamenti che si trovano ai piani superiori della piccola palazzina che si trova in zona Alba, poco dopo l’inizio del viale commerciale. Le cause dell’incendio sono al vaglio degli investigatori.
Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Riccione che al momento escludono che si sia trattato di un incendio doloso. I militari stanno ultimando il controllo delle immagini della video sorveglianza, ma per ora non sono emersi elementi significativi.

Argomenti:

bar

incendio

riccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *