In un braccialetto la compilation per Patrick Zaki e per i diritti umani

Esce oggi per un augurio di buon anno  a favore dei diritti umani
la compilation di canzoni per i diritti umani “Voci per la libertà. Una
canzone per Amnesty International” prodotta dal Mei – Meeting delle
etichette indipendenti.
Le canzoni sui diritti umani in un braccialetto USB: è questa la forma che
assume quest’anno la tradizionale raccolta del festival che si svolge in provincia di Rovigo, toccando Adria il 17 luglio e Rosolina Mare dal 22 al 25 luglio e il 1, 2 e 3 ottobre il MEI di Faenza con una mostra, un convegno e un live dedicati alla liberazione di Patrick
Zaki.
Una tracklist nutrita e variegata, che guarda da una parte alla qualità
musicale e dall’altra ai valori della Dichiarazione universale dei diritti
umani. Oltre alle diciassette tracce che compongono la raccolta, nell’opera
si trovano anche contenuti multimediali come un video report del festival e
il racconto di tutte le giornate in foto e parole.
Ad aprire la tracklist ci sono i Negramaro e Blindur, i due vincitori del
Premio Amnesty International Italia rispettivamente nella sezione Big ed
Emergenti. Si alternano poi gli ospiti del festival e i finalisti della
sezione emergenti. I primi sono: gli Yo Yo Mundi, H.E.R., Roberta Giallo, i
Vallanzaska, Giulio Wilson, Jonathan Livingston, Francesca Incudine e Agnese
Valle. Gli emergenti in concorso presenti nella raccolta sono invece: Donix,
vincitrice del Premio della critica, Olivia xx che si è aggiudicata il
Premio del pubblico, Picciotto a cui è andato il Premio Indieffusione,
Aftersat che hanno portato a casa il Premio Web e inoltre Miriam Ricordi,
Innocente e gli Ozora.

“Tutto il mondo della musica indipendente ed emergente ha fortemente
appoggiato la campagna di Amnesty International per la liberazione dello
studente egiziano dell’università di Bologna ingiustamente incarcerato come prigioniero di coscienza ottenendone insieme a tutti gli altri protagonisti di questa battaglia la scarcerazione. Ora questa compilation suggella un anno di impegno sociale e civile da parte
del circuito degli indipendenti del mondo del Mei” dichiara Giordano
Sangiorgi, patron del Meeting. “Speriamo di poter allestire con la professoressa
Rita Monticelli a Bologna in primavera, un festival dei diritti che affronti
tutte le tematiche sui diritti in essere in questo momento nel nostro paese
legandole alla musica, all’arte e alla cultura”.

Tracklist “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty 2021”
1. Negramaro – Dalle mie parti
2. Blindur – 3000x
3. Yo Yo Mundi – Il silenzio che si sente
4. Donix – Siriana
5. H.E.R. – Roma
6. Olivia xx – Solo una figlia
7. Vallanzaska – Lettera
8. Picciotto – Bimbi
9. Giulio Wilson – Vale la pena
10. Aftersat – Sanpapiè
11. Agnese Valle – Disposto a tutto
12. Miriam Ricordi – Siamo Sordi davvero
13. Francesca Incudine – Zinda
14. Innocente – Tempo binario
15. Jonathan Livingston – Tutta questa libertà
16. Ozora – Vista mare
17. Roberta Giallo – Fossi Stato allevato dalla scimmie

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui