In estate 15.000 contatti agli uffici di VisitRimini

Dal primo di maggio al 31 agosto i 6 uffici IAT gestiti da VisitRimini aperti durante la stagione, hanno registrato 15.000 contatti con turisti che hanno telefonato o sono entrati direttamente (oltre ai 41.000 contattati nella biglietteria Start Romagna in piazza della Stazione, che VisitRimini ha presidiato durante l’estate).

Sebbene la comunicazione turistica, come noto si sposti sempre di più sul digitale, esiste dunque ancora un servizio che viene apprezzato dal pubblico e che forse dà il senso dell’attenzione che una città riserva ai suoi ospiti. È il servizio di Informazione e Accoglienza Turistica tradizionale, quello in cui le persone si parlano, si incontrano, si sentono accolte e ben volute. Potremmo pensare che ormai si tratti di un servizio a cui si rivolgono solo coloro che non usano il web per reperire informazioni. Ma non è così. Molti si sono rivolti agli uffici di VisitRimini durante la stagione appena conclusa, perché avevano richieste particolari, che non riuscivano a soddisfare semplicemente consultando il web.

Parliamo della camera vista mare, ma lontano dalle vie di passaggio. Di quella singola e con la vasca da bagno comoda. Dell’hotel con la piscina ma solo d’acqua di mare, di una struttura dove l’amico a quattro zampe sia ben voluto e vicino a un parco. Con l’animazione per i bambini ma non troppo piccoli o ancora: la camera che più romantica non si può. C’è poi la serie di richieste legata all’alimentazione, all’accessibilità, all’inclusività e chi più ne ha più ne metta. Senza dimenticare la richiesta di pernottamento singolo per la notte del 14 di agosto, quando tutti, ma proprio tutti gli hotel erano al completo.

È l’altra faccia della medaglia della globalizzazione. È quell’aspettativa di inclusività che Rimini sa ispirare, forte della sua grande e variegata offerta turistica.

Discorso a parte, poi, va riservato al Visitor Center della Rimini Romana, che ha attratto 4300 ingressi in 3 mesi. Numeri inediti per l’ufficio informazioni in Corso d’Augusto, che segnano l’apprezzamento della mostra fotografica #365ClickRimini – un anno di scatti sui social e delle visite guidate alla città, che partono proprio da qui: numeri che fanno del Visitor il principale hub turistico della città.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui