In casa 1,5 kg di coca e 35mila euro. Arrestato facchino del porto

RAVENNA. La Polizia di Stato, che prosegue ininterrottamente l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, ha arrestato un 54enne siciliano domiciliato a Ravenna, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri mattina, nell’ambito dei servizi di contrasto al consumo e allo smercio di sostanze stupefacenti, gli agenti della Squadra Mobile hanno effettuato una perquisizione domiciliare nei confronti della sua abitazione. All’interno della mansarda gli investigatori dell’Antidroga hanno rinvenuto e sequestrato, diversi involucri occultati all’interno della mobilia e in particolare un involucro in cellophane con all’interno 105 grammi di cocaina, un ulteriore confezione con 230 grammi della stessa sostanza e un panetto da 1,2 chili. Con le dosi di altri quattro involucri e un totale di 1.538 grammi di cocaina, la perquisizione ha portato anche al recupero di 35mila euro in contanti. I poliziotti hanno anche proceduto al sequestro di quattro bilance elettroniche di precisione materiale per il confezionamento della droga. L’uomo, dipendente di una società cooperativa operante all’interno del porto di Ravenna nell’ambito del facchinaggio, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e portato in carcere.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui