Imprenditore: “Lavorate, basta sussidi”. Lo minacciano di morte Video

Il suo è stato un appello ad accettare il lavoro senza affidarsi unicamente agli ammortizzatori sociali, specialmente in questo momento in cui si è palesata una vera e propria crisi nel trovare lavoratori stagionali nell’estate post-pandemia. Protagonista Gianluca Spadoni, imprenditore romagnolo, autore, trainer e docente che, ad oggi, ha formato oltre 350mila professionisti in tutta Italia. Ecco cosa ha detto nel post sui social network: “In tutta Italia mancano camerieri, baristi, personale tuttofare, cuochi e tante altre attività manuali. In Romagna, dove ho mille amici che hanno attività, tutti, e sottolineo TUTTI, cercano personale!!! Con un contratto!! RE GO LA RE!!! Eppure tutti si lamentano che il lavoro non c’è. Io mi interrogo e chiedo anche a voi: da quando abbiamo accettato di sostituire la dignità di un lavoro, di uno qualsiasi, con l’arrendevolezza di un sussidio?”. A Spadoni sono arrivati elogi, ma anche critiche, bestemmie e addirittura minacce di morte, tra cui “vorrei poterti strappare la faccia con le unghie”, “muori testa di ca…”, “vieni a Bologna che ti prendo a cazzotti, gradirei augurarle la morte”, “muori ammazzato” e “muori calpestato dalla classe operaia”. A seguito del primo post, nell’ultimo mese Spadoni ha chiarito più volte la sua posizione con garbo e gentilezza, ma le minacce e gli insulti non si sono placati. Per chiudere la bagarre, l’imprenditore ideatore dell’Evolution Forum ha postato un ultimo video negli scorsi giorni, con l’intento di spronare tutte le persone in difficoltà a rimettersi in gioco.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui