Imola, Circolo Cacciari: si cerca un nuovo gestore

Avrà presto un nuovo volto il bar del circolo tennis Cacciari, che dal 26 dicembre ha chiuso i battenti prima del previsto. I termini del contratto in essere, infatti, prevedevano almeno altri 3 anni col vecchio gestore, Salvatore Pappalardo, che però ha deciso di salutare, non senza qualche divergenza, per spostarsi in centro dove inaugurerà domani un nuovo locale.

Ancora aperta la selezione

L’auspicio del circolo è quello di trovare presto un sostituto per riaprire il bar entro metà febbraio. A meno di particolari richieste del futuro gestore, il seppur breve tempo sembra sarà sufficiente visto che le candidature non mancano: «Abbiamo ricevuto molte proposte, almeno una ventina. Ce n’è una che ci ispira, ma non abbiamo ancora scelto e c’è ancora tempo – ha spiegato il direttore sportivo del circolo di tennis Cacciari Antonio Di Perna –. Non c’è un termine preciso entro cui presentarsi. Nel giro di una decina di giorni però dovremmo fare una scelta perché vorremmo aprire intorno al 15 febbraio: le giornate cominceranno ad allungarsi e, se il tempo sarà buono, potrebbe essere un buon momento per entrare e prepararsi in vista della primavera». Le numerose candidature potrebbero in parte derivare dalle previsioni sul ritorno della Formula 1, per cui il bar è in una posizione sicuramente interessante: «In passato abbiamo avuto gestioni che lo tenevano solo per quello. Quest’anno, a fine aprile si starà già all’aperto, e non credo le corse saranno più a porte chiuse», ha aggiunto Di Perna.

Bar e piccola ristorazione

La richiesta non è rigida: «Vorremmo qualcuno che abbia già esperienza e che offra una piccola ristorazione e un servizio bar dalla mattina alla sera, tenendo presente che si tratta di un circolo di tennis, uno sport che richiede concentrazione – ha spiegato Di Perna –. Se uno ha un’attività principalmente serale altrove, chiediamo di sviluppare un po’ anche il servizio diurno. Ad esempio, se uno ha già una pizzeria, probabilmente impronterà l’attività principalmente la sera, ma chiediamo un po’ di tutto, dalle colazioni alle cene. Soprattutto d’estate c’è l’abitudine non solo trai soci di fermarsi in giardino a mangiare – ha proseguito Di Perna, ribadendo una certa flessibilità –. Ci adatteremo in base a chi scegliamo, anche per l’apertura. Se ci fosse l’esigenza di aprire il primo marzo se ne può discutere».

Uscita anticipata

Il saluto col vecchio gestore non è stato tra i più affettuosi, ma certamente riservato. «Abbiamo trovato un’occasione in centro in una zona più movimentata. In inverno, da ottobre ad aprile, non c’è il giro estivo, e questo ci penalizzava un po’. Per evitare di peggiorare i rapporti abbiamo preferito mollare prima del previsto – ha spiegato l’ex gestore Pappalardo, che dopo aver riconsegnato le chiavi del Cacciari il 4 gennaio è pronto a riaprire le porte da domani pomeriggio in centro –. Inauguriamo il nuovo locale in via Appia 52, l’ex panificio Darchini, dalle 18».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui