IMOLA. E’ scattato ieri il divieto di attingere acqua da utilizzare per l’irrigazione dei campi dal canale di scolo
Gambellara, nel tratto compreso tra il depuratore di via Molino Rosso e il confine
amministrativo con il comune di Massalombarda. Il divieto è stato stabilito da un’apposita
ordinanza a firma del Commissario straordinario al Comune di Imola, Nicola Izzo, a tutela
della salute pubblica. Arpae, infatti, ha rilevato il superamento dei valori limite per il parametro microbiologico “Escherichia Coli” e sono in corso le verifiche dei valori relativi alla salmonella.

Nuovi accertamenti

Il divieto è temporaneo, ovvero rimane in vigore fino alla revoca dell’ordinanza, che avverrà a seguito degli accertamenti in corso da parte dell’Azienda Usl e di ARPAE che attestino la soluzione delle problematiche di inquinamento e la conseguente cessazione del potenziale pericolo per la salute pubblica.

Argomenti:

acqua

imola

irrigazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *