Imola. Vandali e ladri di bandiere alle sedi di Anpi e Cgil

IMOLA. Il sindaco di Imola, Marco Panieri, esprime, anche a nome dell’intera amministrazione, “la più ferma condanna” per il furto della bandiera dell’Anpi esposta fuori dalla sede imolese dell’associazione dei partigiani e per quello di una bandiera della pace, trafugata da una bacheca fuori dalla sede della Cgil imolese. Per il primo cittadino, infatti, si tratta di “gesti vili”. Oltre a stigmatizzare l’accaduto, Panieri esprime “piena solidarietà a queste due realtà e ai valori che rappresentano, che sono alla base della Resistenza e della lotta di Liberazione e delle lotte per la tutela e la difesa dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori e della pace, sanciti dalla nostra Costituzione”. Al presidente dell’Anpi imolese, Gabrio Salieri, e alla segretaria generale della Camera del lavoro, Mirella Collina, va dunque “tutta la vicinanza di Imola, Città Medaglia d’oro al valor militare per attività partigiana”. Infine, il sindaco auspica che “gli autori di questi vili gesti siano quanto prima individuati e puniti come previsto dalle norme vigenti”. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui