Imola, una tre giorni dedicata a San Cassiano

Una tre giorni dedicata ai festeggiamenti del patrono della città. Dall’11 al 13 agosto, la Diocesi guidata dal vescovo Giovanni Mosciatti, presenta un ricco e diversificato calendario di appuntamenti, liturgici ma anche sociali e ricreativi, che dovranno adeguarsi alle esigenze sanitarie legate alla pandemia, per celebrare San Cassiano. Il comitato organizzativo delle celebrazioni, alla luce dell’evoluzione della pandemia, ha comunque deciso di realizzare lo stesso le celebrazioni. Rispetto al passato non si perderà nessuna iniziativa, anzi si aggiungerà anche una visita al restaurato giardino interno alla sede del vescovado intitolato a mons. Giovanni Signani.

In attesa del Giubileo

«Aver realizzato questa serie di eventi in onore del patrono della Diocesi imolese – spiega il vescovo – è la nostra testimonianza del lascito che il santo ci ha dato. Quello cioè che sulla strada di ciascuno c’è sempre chi guida e insegna e riempe di significato autentico il cammino. La festa del patrono – aggiunge Mosciatti – l’affrontiamo anche con uno spirito che guarda alla prossima importante tappa che riguarda la nostra diocesi e che si terrà il 24 ottobre quando festeggeremo il 750° anniversario della dedicazione con un Giubileo riconosciuto dalla Santa sede. Momento solenne che vedrà l’apertura della porta Santa effettuata dal neo cardinale padre Mauro Gambetti».

Il programma completo

Il programma parte l’11 agosto con il tradizionale appuntamento con il concerto della Filarmonica città di Imola (ore 21) all’interno della cattedrale (non servirà il Green pass). Si prosegue giovedì 12 agosto nel sagrato della basilica di San Cassiano con la quindicesima edizione della Pedalata di S. Cassiano. Un passeggiata su due ruote, che negli anni passati ha visto anche superare la soglia dei 500 partecipanti, che si snoderà dalla chiesa principale della città fino al cippo dedicato al santo in via Villa. Il ritrovo è per le 17 il rientro alle 19.30. Alle 21.15 al Chiostro di palazzo Monsignani si terrà il simpatico gioco che vede protagonisti i santini, riproduzioni in immagine dei santi venerati della Diocesi. Qui l’ingresso è consentito ai possessori di Green pass o tamponi negativi.

Il clou

Il momento centrale delle celebrazioni è venerdì 13 agosto con celebrazioni e appuntamenti ludico-culturali. Alle 10.30 si terrà il solenne pontificale presieduto dal vescovo con l’animazione liturgica della corale Lorenzo Pelosi. Alle 16 verrà aperto il museo Diocesano con mostra delle carrozze e possibilità di visitare il restaurato giardino interno. Dopo alcuni appuntamenti liturgici, alle 17.30, sarà la volta del corteo storico con figuranti, sbandieratori e duellanti grazie alla partecipazione del gruppo “Alidosiano di castel del Rio” e “I difensori” della Rocca di Imola. Chiuderà una messa alle 20 e il concerto della “Perosi”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui