Imola, ultimo giorno di servizio per le Usca nate con la pandemia

IMOLA. Addio ad un altro simbolo della pandemia. E’ stato oggi l’ultimo giorno di attività per le Unità speciali di continuità assistenziali (Usca), istituite dall’articolo 4-bis del Decreto Legge 18 del 24 aprile 2020 e poi di legge in legge prorogate fino al 30 giugno 2022. L’Ausl di Imola aveva messo in campo una prima sperimentazione di assistenza domiciliare ai malati di Covid di Medicina fin dall’11 marzo 2020. Ne furono primi attori alcuni medici di medicina generale ed infermieri dell’assistenza domiciliare di quel territorio così duramente colpito dalla prima ondata. Poiché apparve subito evidente che la sfida alla pandemia doveva essere condotta anche sul territorio, con interventi proattivi, il 24 marzo le Usca furono istituite dall’Ausl di Imola sugli ambiti territoriali di Imola-Vallata; Castel San Pietro Terme e Medicina.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui