IMOLA. Falchi pellegrini sui tetti di Imola per contrastare la proliferazione dei piccioni. Saranno cinque i nidi artificiali che verranno posizionati a cominciare dalla prossima settimana. «Uno sul punto più alto del centro cittadino – spiega Andrea Longhi, assessore all’ambiente –, gli altri in linea di massima nelle vicinanze degli acquedotti, rispettando la territorialità dei falchi pellegrini».

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Argomenti:

comune

imola

piccioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *