Imola, tre milioni per il depuratore Santerno

Interventi per tre milioni di euro per migliorare e rendere più efficace il sistema fognario e la depurazione delle acque del territorio. Questo è quanto finanzierà Atersir che sul bacino idrico di Bologna investirà 105 milioni di euro nel periodo 2022-23. Si tratta di una serie di adeguamenti della rete fognaria e di acquedotto, nuovi depuratori, potenziamento collettori e miglioramento degli impianti per aumentare la qualità del servizio idrico.

Tra questi c’è anche un intervento nell’Imolese, per tre milioni di euro, e riguarda il collegamento tra il depuratore Gambellara e il depuratore Santerno, che porterà alla dismissione del primo, al fine di centralizzare i trattamenti depurativi sugli impianti di maggiore potenzialità, che per questo garantiscono performance di trattamento delle acque più efficaci e una razionalizzazione del sistema.


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui