Imola, super green pass controlli della polizia all’autostazione

L’entrata in vigore delle nuove regole sul “super green pass” hanno prodotto anche sul territorio imolese controlli mirati da parte delle forze dell’ordine. In particolare della Polizia di Stato che ieri dalla mattina presto fino alle 14 ha dirottato una pattuglia all’autostazione per controllare che tutto il personale e i passeggeri, soprattutto stupenti, fossero in regola con la certificazione che da ieri consente solo ai possessori di green pass “da vaccinazione” di accedere a certi servizi, compresi i trasporti pubblici. Una ottantina le persone controllate e, secondo i rilievi degli agenti del commissariato di Imola, nessun trasgressore, quindi nessuna sanzione. «I controlli si ripeteranno anche nei prossimi giorni con una pattuglia dedicata in aggiunta ai servizi consueti –spiega il dirigente del commissariato di Imola, Michele Pascarella –. Cambieremo fasci di orario e luoghi, ma quello che abbiamo già visto caratterizzare il territorio è una osservanza generalmente corretta della normativa».

Sul fronte della polizia la Lega, attraverso il consigliere Daniele Marchetti, chiede di potenziare tracciamenti sugli studenti ricorrendo anche a supporto esercito per evitare didattica a distanza. In tal senso ha interrogato o la Giunta regionale invitandola «a spiegare con quali modalità verrà definito il coinvolgimento dell’Esercito e più in generale della struttura commissariale» e «se tutte le Aziende Usl del servizio sanitario regionale verranno affiancate dall’Esercito o se verranno fatte delle scelte sulla base delle difficoltà riscontrate. Proprio alcuni giorni fa, in commissione Sanità, avevamo chiesto all’assessore regionale, Raffaele Donini, di potenziare i servizi di tracciamento sulla popolazione scolastica, al fine di evitare il più possibile il ricorso alla didattica a distanza. Il problema, in sostanza, è connesso alle difficoltà di processare in tempi rapidi i tracciamenti, facendo così finire in Dad ragazzi che magari non sono nemmeno positivi».

Nel week end sono stati 166 i nuovi contagi

Salgono a 221.557 le vaccinazioni totali, di cui 17.900 le terze dosi. Intanto però solo b negli ultimi tre giorni sono stati 166 (62 solo domenica) i nuovi positivi registrati nel circondario e purtroppo, come riportato nei giorni scorsi, c’è stato anche il decesso di un 78enne imolese. Questo, su 1947 test molecolari e 1226 test antigenici rapidi refertati. 39 hanno fino a 14 anni, 8 dai 15 ai 24 anni, 45 tra i 25 e i 44 anni, 50 tra i 45 e i 64 anni e 24 dai 65 anni in poi. 44 sono asintomatici, di cui 33 individuati tramite contact tracing. 68 al momento della diagnosi erano già isolati, 29 sono riferibili a focolaio già noto. Sono invece 174 i guariti. Sono 719 i casi attivi mentre salgono a 15.307 i casi totali da inizio pandemia. Scendono a 4 i cittadini del circondario in terapia intensiva a Bologna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui