Imola, si ribalta con il trattore. Muore schiacciato un 74enne

Quando è stato trovato lungo la stradina a fianco dei campi, sotto le forche del trattore, le condizioni di Lorenzo Lippi, 74 anni, erano disperate. I soccorritori del 118 sono arrivati in maniera tempestiva però le ferite riportate in alcune parti del corpo si sono rivelate troppo gravi e profonde, al punto che l’uomo è deceduto in ospedale. È così che un incidente domestico è finito in tragedia in via Zappa a Imola, venerdì mattina, poco dopo le 11.30.

Dinamica dell’incidente

Il 74enne alla guida del proprio trattore agricolo era impegnato nell’attività di trinciatura del suo campo, all’altezza dell’incrocio con via Roncaglie e con via Montecatone. All’improvviso, secondo la dinamica dei fatti che i Carabinieri di Imola hanno avuto la possibilità di ricostruire, il mezzo ha agganciato un tronco di un albero. Neanche la posizione elevata dell’uomo sarebbe stata sufficiente per accorgersi del tronco, perché era nascosto dall’erba più alta. Il trattore si è ribaltato e l’uomo è rimasto schiacciato.

Soccorsi immediati

I sanitari del 118 sono intervenuti immediatamente sul posto con un’autoambulanza. Nel momento in cui però si sono resi contro della gravità delle ferite riportate dall’uomo, in particolare nella parte superiore del corpo (si parla di un braccio rotto, di diversi tagli causati dal trinciatutto agganciato al trattore e di una emorragia interna), hanno richiesto l’intervento dell’elisoccorso e il trasferimento dell’uomo all’ospedale Maggiore di Bologna.

Ma di fronte a una situazione compromessa in maniera irrecuperabile, neanche i medici sono riusciti a fare qualcosa per salvare la vita all’uomo, deceduto poco dopo il suo arrivo in ospedale.

Funerale oggi

I funerali di Lorenzo Lippi si terranno nella chiesa di Nostra Signora di Fatima, nel quartiere Pedagna, questa mattina alle 10.30. Dopo la messa si proseguirà per il cimitero di Castel Bolognese. I familiari e i parenti hanno indicato la possibilità di fare offerte al centro oncologico dell’Asl di Imola.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui