Imola, servono meno posti letto per i malati di Covid all’ospedale

IMOLA. Numeri confortanti arrivano dall’Ausl di Imola nel giorno giorno di Pasqua e intanto per la prima volta dall’inizio dell’emergenza calano i posti letto per i malati di Covid , posti che si recuperano per pazienti di altro tipo. Non si registra alcun decesso, mentre c’è un nuovo guarito definitivamente, anche se ci sono 6 nuovi positivi al Covid (2 residenti ad Imola, 2 a Medicina, 1 a Castel Guelfo e 1 fuori Circondario). Salgono quindi a 343 i casi positivi refertati nel circondario imolese (compresi 43 guariti con doppio tampone negativo: 22 a Medicina, 16 a Imola, 4 a Castel San Pietro, 1 a Casalfiumanese, e 31 decessi così suddivisi: 25 a Medicina, 3 a Imola, 2 a Castel San Pietro Terme e 1 a Dozza). Sono 197 gli uomini e 146 le donne; 167 residenti a Medicina, 109 a Imola, 30 a Castel San Pietro Terme, 6 a Dozza, 6 a Castel Guelfo, 5 a Mordano, 3 a Casalfiumanese, 3 a Borgo Tossignano e 14 persone residenti fuori dal Circondario.

Tra i positivi 23 hanno 85 e più anni, 69 tra i 75 e gli 84 anni, 72 tra 65 e i 74 anni, 176 tra i 14 e i 64 anni e 3 al di sotto dei 14 anni, si è aggiunto quindi un bambino. Sono sempre 7, come da qualche giorno a questa parte, i ricoverati in Terapia intensiva, 4 in ECU, 29 nel reparto Covid e la notizia è che da ieri è stato ridotto da 118 a 92 posti letto, riattivando un settore per i pazienti noCovid (come aveva detto sabato il commissario regionale Sergio Venturi a Imola i ricoverati per Covid 19 erano 39 su 118 posti disponibili). Sono poi 20 sono quelli in post acuzie Covid all’Ospedale di Comunità di Castel San Pietro Terme e 13 alloggiati in albergo. A15 giorni dal loro avvio le Unità Speciali di Continuità Assistenziale (Usca) hanno effettuato 699 triage telefonici, 321 visite domiciliari, 202 terapie, 239 tamponi e 23 ECG. 169 pazienti in terapia sono stati valutati dall’ambulatorio infettivologico, di questi solo 18 sono stati ricoverati mentre a 9 è stata fatta interrompere la terapia perché noCovid.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui