Imola, rimborsi Covid: 2 milioni per l’autodromo

In arrivo due milioni di euro da parte della Regione per compensare i mancati introiti connessi alla mancanza di pubblico sugli spalti durante il Gran Premio di Formula 1 a Imola. Secondo il Carroccio si tratta di «una prima risposta a una richiesta precisa avanzata dalla Lega alla giunta di viale Aldo Moro. Una prima risposta che chiediamo sin da ora di rinnovare, a fronte di un’esigenza di budget che si riprorrà negli anni, visto e considerato che molto probabilmente il circuito Enzo e Dino Ferrari ospiterà un Gran Premio del Mondiale di Formula 1 sino al 2025».

Il consigliere regionale imolese della Lega, Daniele Marchetti, aggiunge che «questo primo stanziamento soddisfa una nostra richiesta di alcuni mesi fa: il Con.Ami (Consorzio Azienda Multiservizi Intercomunale), infatti non può permettersi di sostenere in toto l’organizzazione di un Gran Premio di Formula 1, dal momento che sono tante e diverse le priorità, a livello territoriale, alle quali è chiamato a dare risposte il Consorzio imolese».

«Mi auguro – aggiunge – che questi primi 2 milioni rappresentino il punto di partenza e che, una gestione emergenziale, si tramuti in una nuova attenzione da parte della Regione nei confronti di un impianto sportivo di risonanza e visibilità mondiale. All’ Enzo e Dino Ferrari, infatti, servirebbero investimenti sulle strutture dell’autodromo. Pensiamo ad esempio alle tribune e alle gradinate verdi come quella della curva Tosa, ormai completamente franate». La consigliera regionale Pd, Francesca Marchetti spiega: «In questa regione siamo abituati a lavorare così: alleanze istituzionali e lavoro di squadra con il territorio. I fatti parlano e sono la testimonianza del grande impegno della giunta regionale per raggiungere un traguardo storico e internazionale. La Regione ha creduto e si è spesa affinché l’autodromo di Imola potesse giocare un ruolo importante sulla scala dei grandi eventi ed è su questo che vogliamo puntare per il futuro e per la valorizzazione dei nostri territori».

Nei giorni scorsi l’autodromo ha ospitato anche l’Alma Mater Fest con risultati lusinghieri. Il sindaco Marco Panieri sottolinea: «A Imola c’è un notevole accompagnamento verso il mondo del lavoro per tutti gli studenti. Con la sinergia fra pubblico, privato e realtà di formazione stiamo creando nuove occasioni per i giovani che scelgono Imola. Nei prossimi anni abbiamo davanti la sfida dell’Osservanza, un complesso con nuove aule, nuovi laboratori e nuove strutture da circa 35mila mq con cui attrarre eccellenze, nuovi corsi e migliaia di studenti».


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui