IMOLA. Hanno scaraventato a terra la pensionata 88enne che non voleva mollare la borsetta. Poi hanno derubato lo zaino e il marsupio che un disabile aveva attaccato alla carrozzella su cui è costretto a muoversi. La batteria di balordi entrata in azione a Imola giovedì mattina, non ha fatto i conti con l’alto senso civico di una coppia che viaggiava in auto (lui di nazionalità marocchina, lei giovane moldava) e del cittadino imolese che, bloccata una vettura di passaggio, si sono messi al loro inseguimento, permettendo ad una volante del commissariato di arrestarli.

Dietro le sbarre

Nel centro di prima accoglienza per minori di Bologna (ex carcere del Pratello) è finito un 14enne algerino residente a Cesena e un ragazzo marocchino, classe 2001, che abita a Mercato Saraceno. Un terzo complice è riuscito a far perdere le proprie tracce. I due devono rispondere di rapina aggravata, lesioni personali (la signora ha riportato una prognosi di 21 giorni), furto aggravato, furto con destrezza. Il più piccolo anche di ricettazione, perché trovato con gli effetti personali di una passante deribata della borsa a Bologna mercoledì scorso. Recuperati 150 euro, bottino complessivo dei due colpi.

Argomenti:

borsa

disabile

imola

pensionata

rapina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *