Imola, pronta a donare 590mila pasti alle persone in difficoltà

IMOLA. Il Gruppo Clai è pronto a donare 590mila pasti a chi è in difficoltà per un totale di quasi 3mila quintali di alimenti. In occasione delle feste, Clai, realtà agroalimentare conosciuta quale portavoce delle tradizioni e della qualità dei prodotti italiani, e il Banco Alimentare, che dal 1989 combatte lo spreco alimentare in Italia, uniscono le loro forze per sostenere chi ha bisogno di aiuto e regalare un Natale più “buono” a chi non se lo può permettere.

Il presidente

«L’anima Clai – spiega il presidente Giovanni Bettini – ha da sempre un forte senso di responsabilità sociale. È nella natura della Cooperativa ascoltare, vivere e aiutare attivamente le persone e il territorio. Con il Banco Alimentare nazionale condividiamo gli stessi valori: anche Clai considera la lotta allo spreco e alla povertà un tema fondamentale. Per questo le due realtà hanno stretto una partnership: Clai metterà a disposizione i suoi prodotti e allo stesso tempo attiveranno un’iniziativa benefica con l’obiettivo di donare 590mila pasti entro il 31 marzo 2021. Perché 590mila? Perché a marzo del prossimo anno Clai compirà 59 anni e abbiamo pensato che in questo momento 10mila pasti per ogni anno di storia fossero il miglior modo per celebrare l’anniversario». Nel progetto solidale anche i consumatori saranno protagonisti dell’iniziativa. Acquistando la salsiccia stagionata Passita nella versione “special edition”, disponibile nei punti vendita da dicembre a fine marzo nella versione tradizionale da 450 grammi, affettata in vaschetta da 90 o in confezione regalo, potranno contribuire a donare un pasto a chi è in difficoltà.

Il Banco alimentare

«Ringraziamo Clai, che ci sostiene da tempo, anche per questa importante iniziativa – dichiara Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco alimentare onlus –. Grazie al loro contributo saremo in grado di distribuire un’importante quantità di alimenti alle persone bisognose. Si sta creando una consapevolezza sempre più forte della tragicità del momento che stiamo vivendo e che purtroppo non finirà a breve. È fondamentale quindi avere a fianco aziende così: che dimostrino vicinanza alle persone in difficoltà con gesti concreti». Per arrivare all’ambizioso obiettivo di donare 590mila pasti entro il 31 marzo 2021 «abbiamo attivato una campagna media legata alla comunicazione del progetto con il Banco Alimentare. Protagonista è la Passita – nella versione speciale con il Banco Alimentare –, e le persone Clai, soci e lavoratori che con la loro passione da oltre tre generazioni si tramandano l’arte della salumeria».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui