Imola. Progetto da 50mila euro per il Bosco della Frattona

Puntare sulla proposta naturalistica del territorio, non solo per aumentare il livello di conoscenza e sensibilità ambientale e culturale in ambito ecologico, ma anche per dare un ulteriore stimolo all’offerta turistica locale. Con queste prerogative nasce e si sviluppa il progetto di investimento che interesserà l’area protetta del “Bosco della Frattona”. Un intervento dal costo ipotizzato di 50mila euro, di cui si è richiesto un contributo regionale, e che dovrebbe trovare conclusione entro la fine del 2022.

L’intervento si configura in tre tipologie d’azione.

Il primo è quello del restauro e adeguamento della segnaletica direzionale e informativa presente all’interno della riserva. Altro progetto che prenderà corpo è quello della realizzazione di un percorso sensoriale da inserire all’interno della riserva, finalizzato a condurre il visitatore alla scoperta dell’ambiente naturale del bosco attraverso un’esperienza di tipo emozionale. Il percorso sarà organizzato in una serie di postazioni che verranno allestite nei punti di maggior interesse per il pubblico, dotate di pannellistica informativa, elementi di tipo scenografico, exibit e display interattivi. Infine la creazione e l’allestimento di un’aula didattica all’aperto nell’area situata in prossimità dell’ingresso principale della riserva e adiacente al parcheggio dedicato.
L’aula, oltre a un’area di accoglienza arredata con sedute, tavoli e cestini portarifiuti per diventare punto di appoggio per gruppi e classi che visitano la riserva, prevede anche la realizzazione di alcune stazioni dedicate alla divulgazione di temi specifici quali la funzione di conservazione della riserva, l’importanza della biodiversità, la conoscenza degli habitat e delle specie caratteristiche presenti nell’area.

Tutti i materiali di costruzione utilizzati saranno ecocompatibili e preferibilmente di origine naturale. R.I.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui