IMOLA. Positivo al Covid 19 e sottoposto alla sorveglianza sanitaria con isolamento fiduciario in un albergo di Imola, si è allontanato. I carabinieri della Compagnia di Imola hanno avviato le ricerche del cittadino afghano che era stato identificato la scorsa settimana in un’area di servizio, dove era giunto, nascosto con altri connazionali, nel cassone frigorifero di un tir adibito al trasporto di formaggio. Dopo molte ore, assistiti dall’Arma di Imola, dai sanitari del pronto soccorso di Imola e con l’interessamento del personale dell’Ausl – Uoc Igiene e Sanità Pubblica di Imola e della Prefettura di Bologna, cinque profughi erano stati trasferiti in un “Centro accoglienza straordinaria”, mentre il sesto, quello ora ricercato e risultato positivo al Covid 19, era stato sottoposto alla sorveglianza sanitaria, con isolamento fiduciario in un albergo di Imola.

Argomenti:

covid

imola

profugo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *