A Imola il popolo di “Alba Chiara” attende il “sì” di Vasco

A Imola il popolo di "Alba Chiara" attende il "sì" di Vasco
I fan di Vasco Rossi alla Rivazza lo scorso 18 giugno (foto mmph)

IMOLA. Era il 18 giugno quando in 5.000 “stiparono” la Rivazza in ogni ordine di posti per cantare assieme “Alba Chiara” e convincere Vasco Rossi a tornare a suonare a Imola. Per certi versi una missione impossibile, vero, ma a due mesi di distanza Giuseppe Bianco, uno dei ragazzi dell’associazione App&Down, ricorda con ancora maggiore trepidazione quel giorno e non si preoccupa troppo di quel che sarà. «Notizie da Vasco? Al momento nessuna, almeno direttamente. Lui sicuramente il video l’ha ricevuto e sappiamo che qualcosa nel suo entourage si sta muovendo, ma adesso Vasco è in ferie dopo il lungo e faticoso Tour in giro per l’Italia, quindi ci aspettiamo qualche novità solo più avanti. Sempre, ovviamente, che decida di rispondere in qualche modo».

Orgoglio legittimo
Certo quello che sono riusciti a fare Bianco e i suoi collaboratori è stato davvero incredibile, a livello sia pratico che… emotivo: «Quel giorno lo ricordo bene – riprende “Beppe” – e posso dire che sotto l’adrenalina del momento nessuno si rese conto bene di ciò che avevamo combinato. Riuscire a riempire la Rivazza per un concerto senza cantante. Andiamo orgogliosi di questo e della risposta della città. Del resto il nostro obiettivo era proprio fare una cosa per Imola e che si sentisse parlare bene di questa splendida città. Direi che li abbiamo centrati entrambi. Poi la decisione di Vasco Rossi su un ipotetico concerto resta sua e solamente sua, senza dimenticare che intorno al suo nome girano tanti interessi e il cuore da solo spesso non può bastare per portarlo a cantare in un posto».

Paziente attesa
Insomma, l’unica strada possibile resta quella dell’attesa: «Esattamente, anche la sua ex segretaria personale, l’imolese Monica Montevecchi che abbiamo chiamato sul palco durante quella giornata, ci ha consigliato di aspettare e di far passare le vacanze prima di attenderci una risposta. Noi abbiamo montato il video durante il periodo della festa della Centrale e l’abbiamo mostrato lì per la prima volta. Ora si trova anche sul canale youtoube dell’associazione App&Down. Visualizzazioni? Sì, ne abbiamo fatte abbastanza, ma per conseguire un numero maggiore avremmo dovuto metterlo subito in rete, sfruttando l’onda lunga dell’evento e dell’entusiasmo creato dalla serata sulla Rivazza a cantare assieme Alba Chiara. Il nostro obiettivo, ripeto, non era però ottenere condivisioni, mi piace o che altro, ma solo muoverci in prima persona e fare qualcosa per Imola».
E questo, senza ombra di dubbio, a Beppe Bianco e gli altri organizzatori è riuscito, a dimostrazione di come la forza delle idee e del fare restino un motore potentissimo. E chissà che pure Vasco, secondo i ben informati decisamente “toccato” dall’iniziativa imolese, non decida di regalarle anche il lieto fine. A settembre, forse, ne capiremo qualcosa di più.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *