Imola, personale sanitario senza ferie: i sindacati protestano

I sindacati Cgil, Cisl e Uil locali denunciano «le forti, perduranti e ormai insostenibili criticità in relazione al blocco ferie imposto dalla direzione Ausl di Imola, la situazione così diventa insostenibile». A seguito di un incontro recente avuto con la direzione Ausl di Imola, Erika Ferretti in rappresentanza del Fp Cgil, Stefano Franceschelli della Cisl Fp Area metropolitana e Giuseppe Rago della Uil Fpl sottolineano il disappunto e la insostenibilità per una questione che ormai da diversi mesi si sta protraendo nell’ambito sanitario.

«In quell’incontro – sottolineano i sindacalisti – abbiamo rimarcato la forte criticità del personale assistenziale dovuta alla continua impossibilità di avere una tregua a turni impegnativi, a turni lunghi, al continuo salto delle ferie o dei riposi per sopperire alla mancanza di personale in malattia per positività o altre ragioni, al personale sospeso e per garantire assistenza sanitaria all’esponenziale aumento dei casi positivi evidenziati nel nostro circondario».

Situazione che si è aggravata anche a seguito della decisione dell’Azienda di imporre il blocco temporaneo delle ferie. Decisione arrivata dopo avere esperito ricognizioni interne del personale che potesse dare supporto ai reparti e servizi più in difficoltà. Una soluzione che al mondo sindacale «non basta, visto che anche il blocco delle assunzioni dal mese di dicembre disposto dalla Regione ha ulteriormente aggravato una situazione già fortemente critica».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui