Imola, per l’autodromo in arrivo la terza stella Fia

Un anno in pista, ma non solo per far rombare i motori. Il calendario che Formula Imola ha portato all’amministrazione comunale, che martedì prossimo lo vidimerà in giunta, è stato illustrato ieri, in linea di massima, alla commissione consigliare autodromo. «Il calendario sportivo è molto importante – ha detto il direttore di Formula Imola Pietro Benvenuti – e la difficoltà di mettere insieme le esigenze dei vari promoter è stata alta. La prima gara sarà il primo aprile, con il Gt World, nella quale debutterà come pilota d’auto Valentino Rossi e quindi c’è già molta attesa, poi la Formula 1 per la quale siamo molto curiosi di vedere le auto nuove, quindi il 15 maggio la Le Mans Series e a ottobre la Deutsche Tourenwagen Masters, di cui il patron è Gerard Berger molto legato a Imola. Insomma, a Imola avremo tutte le principali gare a livello internazionale ed europeo. Si aggiungono due campionati Aci Csai e a ottobre le moto. Quindi finiremo l’anno con un campionato Gt di marca: le finali mondiali Ferrari che dal 1996 non erano a Imola. Ci saranno anche 8 giorni di prove tecniche». Extra racing ci saranno poi sei giornate per attività diverse nei fine settimana, fra cui il 13 marzo la podistica dell’Avis, il campionato Duathlon sprint della federazione italiana atletica, il 23/24 luglio il Trofeo Fabbi della Ciclistica Santerno, il 16 ottobre la Tre Monti. Sette i giorni di altri eventi, fra cui la Sfida del cuore in go kart il 5 giugno per Sport al centro, i tre attesi concerti di Vasco, Cremonini e Pearl Jam, e il Crame, che non ha una data. Sono 108 le giornate di attività per corsi guida sicura, test prodotto per auto, moto e piloti da team diversi, a partire dalla Ferrari; 47 le giornate di apertura al pubblico, a piedi o in bici. E a proposito, sono 9 le giornate dedicate al ciclismo. «Abbiamo cercato di migliorare le attività anno scorso – ha sottolineato Benvenuti – e stiamo parlando anche con l’Università di Bologna per ripetere questa volta con una settimana intera l’incontro con le università del mondo sui mezzi a propulsione alternativa, abbiamo comunque già una fitta attività convegnistica e congressuale con l’università stessa, e in corso il master sulla mobilità che è già partito in sede con 15 studenti in presenza e altrettanti collegati on line. Essendo un’azienda, dobbiamo lavorare 365 giorni all’anno e sfruttare tutti spazi che abbiamo queste attività fanno sì che entriamo in contatto con potenziali nuovi clienti per attività non rumorose anche se la pista resta per tutti». L’assessora Elena Penazzi ha sottolineato che le 37 giornate in deroga per i rumori sono rispettati ed è in arrivo un riconoscimento importante: la terza stella Fia per l’ecosostenibilità dell’impianto. Intanto si attende l’ok dell’Ausl da allegare alla delibera.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui