Imola, Parco Acque Minerali. nuovi lavori al via entro primavera

Cresce il dibattito in città sulla necessità di intervenire nella riqualificazione del Parco delle Acque minerali. A lanciare la stoccata all’amministrazione comunale è la Lega che per voce del consigliere Daniele Marchetti invita il Comune a «candidare il parco delle Acque Minerali ai finanziamenti messi a disposizione del Pnrr». A stretto giro arriva la replica del sindaco Marco Panieri: «Ringrazio il consigliere della Lega per il suggerimento ma vorrei fargli presente che sulle aree verdi, e a maggior ragione sulle “Acque”, abbiamo stanziato, dato il via e messo in opera già interventi per circa 250 mila euro. Su questo capitolo l’Amministrazione è ben consapevole delle opportunità e delle necessità d’intervento necessarie».

Le risorse Pnrr

Proprio sul tema evidenziato dall’esponente del Carroccio il sindaco evidenzia come «sul tema del Pnrr stiamo lavorando, visto che i bandi del Ministero appena usciti lo mettono in chiara evidenza e lo rendono possibile, per cercare di inserire gli interventi già realizzati e in via di realizzazione a contributo permettendoci così, anche, di avere risorse ulteriori da investire». Ma non solo. «Per quanto riguarda i progetti futuri – aggiunge il primo cittadino imolese – vogliamo anche candidare a finanziamento la riqualificazione dell’ex casa del custode, da tanti anni lasciata ai margini della possibilità di essere valorizzata, sulla quale stiamo ragionando su cosa e come intervenire».

I lavori fatti

Il sindaco ha voluto ulteriormente specificare, in relazione «a un’attenzione verso le aree verdi cittadine che fin da subito abbiamo dimostrato essere al centro dell’agenda amministrativa» quali sono stati fino a oggi i lavori messi in cantiere nella grande aree verde pubblica interna al circuito “Enzo e Dino Ferrari”. «A gennaio dello scorso anno – spiega Panieri – abbiamo approvato il progetto, redatto da Area Blu, che comporta un investimento complessivo di 99 mila euro. Che permetteranno di ristabilire più adeguate condizioni di sicurezza per i fruitori del parco, intervenendo per il recupero delle gradinate, in particolare quelle che scendono dal monte Castellaccio e per la sistemazione dei sentieri». Lavori che sono arrivati a distanza di oltre 12 anni dall’ultimo importante intervento di riorganizzazione degli spazi verdi delle “Acque”. «Da allora – sottolinea ancora il primo cittadino – era stata effettuata la manutenzione ordinaria e qualche ripristino della rete scolante, rifacimento di percorsi con scalinate rustiche e staccionate».

I prossimi interventi

Un altro importante capitolo di spesa che l’attuale amministrazione intende realizzare è quello del rifacimento di due ponticelli: la passerella Cacciari e quella del Laghetto. Dopo un sopralluogo è «emerso che le strutture di due passerelle in legno hanno bisogno, per garantire la sicurezza, di essere sostituite» spiega il sindaco. Un intervento che viaggia sui 90mila euro di spesa. «Entro primavera inizieranno i lavori». A questi si aggiungono quelli che si stanno mettendo in opera: «stiamo intervenendo sull’area giochi danneggiata da recenti eventi e che permetterà oltre che a rinnovamento e sostituzione degli attrezzi, anche il ripristino delle pavimentazioni antitrauma, la sostituzione di tavoli e delle panchine. Solo qui – aggiunge – stiamo parlando di 80/90mila euro di spesa. Infine si concluderanno gli interventi sui percorsi ghiaiati, sul sentiero del Monte Castellaccio e verranno riqualificate aiuole e gruppi di alberi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui