Imola, otto milioni di multe arretrate da riscuotere

Dopo il caso dell’impennata dei ricorsi accolti dal Giudice di pace sulle multe, che vede il Comune di Imola verbalizzarle e la giustizia di fatto cestinarle (a luglio di quest’anno si parlava di 7 casi su 10 risolti in favore dei cittadini, con conseguente imposizione sempre più frequente a dover far fronte da parte dell’Amministrazione al pagamento delle spese legali), adesso arriva anche la cifra del mancato incasso delle multe per il triennio 2016-2018: 2 milioni di euro. «Si tratta di un dato non definitivo – ci tengono a sottolineare dall’Amministrazione – che vede questi importi spostati all’interno del bilancio in altri capitoli. Questo non significa però che queste multe non verranno reclamate ma partiranno o sono già partite azioni di riscossione».

La situazione generale

Al dicembre 2021 l’amministrazione comunale imolese aveva ancora un totale di multe non pagate di 8 milioni e 191.975 euro, sia per infrazioni stradali che che di altre titolarità amministrative. Ad aprile di quest’anno il Comune ha poi proceduto alla ricognizione dei residui attivi e passivi relativi appunto all’area sicurezza e legalità. Qui si è provveduto ad eliminare come crediti di dubbia esigibilità con anzianità superiore ai 3 anni accertamenti che sono stati iscritti allo stato patrimoniale di Bilancio 2021. Nello specifico quelli che coprono il triennio del 2016, 2017 e 2018.

La suddivisione

Il dato definitivo sul mancato incasso reale delle multe, il Comune non ce l’ha per questo stesso triennio, visto che le azioni per il recupero proseguiranno. Ma quello che è certo è che allo stato attuale non sono in cassa quasi 2 milioni di euro. Per la precisione si tratta di 1.747895 euro per multe relative ai comportamenti in violazione del codice stradale a cui si devono aggiungere 235.924 euro per le multe amministrative relative a violazioni di regolamenti comunali e normative amministrative. La suddivisione per il 2016 vede un non incasso di 603.467 euro per sanzioni relative alle infrazioni del codice della strada. A queste si aggiungono, per il 2017, 495.932 euro non riscossi per multe stradali effettuate dalle famiglie e 136.380 euro per sanzioni dello stesso tipo accertate verso le imprese. Altri 449.479 mancano in cassa, per multe a famiglie nel 2018, e 62.635 euro per sanzioni codice della strada, sempre nel 2018, elevate a imprese. Quindi per il 2016 il Comune sui 3.002.772 euro di sanzioni del codice della strada elevate ne ha incassate, per ora, 2.399.305 euro. L’anno successivo sui 2.675.525 euro totali nelle casse imolesi sono arrivati 2.043.212 euro. Infine per l’ultimo anno in questione, il 2018, dei 2.513.677 di euro elevati in sanzioni se ne sono incassati fino a oggi 2.001.562.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui