Imola, Open Up: la politica chiama i giovani

La parola torna ai giovani, con la seconda tappa del progetto Open up. Il Tavolo circondariale politiche giovanili, coordinato dalla sindaca di Casalfiumanese Beatrice Poli, ha deciso di finanziare con le risorse dei Comuni la seconda edizione del progetto partecipativo dei giovani del circondario, visto il grande successo dello scorso anno.

Open Up, realizzato dalla Cooperativa sociale Officina Immaginata, lo scorso anno aveva invitato i giovani on line, vista la pandemia in corso, a esprimersi sui temi sui quali secondo loro gli amministratori locali avrebbero dovuto impegnarsi, sollecitandoli a fornire idee e spunti. A rispondere compilando il questionario furono oltre 1500 ragazzi, giocoforza ora bisogna dare seguito al progetto.

Partecipare in presenza

Ora che ritrovarsi in presenza è possibile, si passa alla seconda fase. Si parte oggi con la chiamata a partecipare al pomeriggio a Ca’ Vaina collegati con il Forum giovani Youz della Regione, che si occupa di coinvolgere le nuove generazioni, fra le altre cose, su temi come il patto per il lavoro e per il clima, lo sviluppo sostenibile e il raggiungimento degli obbiettivi dell’Agenda 2030. Ed è proprio quest’ultima la novità che vedrà, oggi a partire dalle 18, l’evento di lancio di Open Up 2.0 aperto a tutta la cittadinanza a Ca’ Vaina in cui sarà presentato il progetto.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui