Imola, nuovi dissuasori e dossi in città

Tutelare la sicurezza e l’incolumità dei pedoni e dei ciclisti, ma anche degli stessi automobilisti, attraverso una riduzione e una limitazione dalla velocità consentita e del traffico in ambito urbano. Questa è la priorità che verrà resa operativa a partire dal 2022 da parte dell’amministrazione comunale imolese. Priorità e luoghi specifici cittadini che sono allo studio della Conferenza traffico comunale.

Le zone interessate

Tra le zone maggiormente interessate da questi imminenti interventi, ci sono l’asse viario tra la stazione dei treni e l’Autodromo, viale Dante compreso, l’asse attrezzato, via Tiro a segno e la zona dell’Osservanza. «In seno alla Conferenza traffico che raggruppa amministrazione, Polizia municipale e Area blu – afferma l’assessora alla Mobilità sostenibile, Elisa Spada – si stanno realizzando studi e progetti concreti per cercare di migliorare, rendere più sicuro e soprattutto meno trafficato il centro e alcune aree della città. Lo si sta facendo – rimarca l’assessora – in relazione a un potenziamento della mobilità dolce soprattutto nelle zone di viale Dante, sede e area urbana fortemente caratterizzata da scuole, impianti sportivi e spazi e luoghi giustamente frequentati dai giovani, dalle famiglie e dagli sportivi.

Asse Stazione-Autodromo

«Questo è un asse strategico per la città, per il turismo e per le famiglie. Lungo questi chilometri, infatti, oltre alla stazione dei treni, alla partenza della ciclovia del Santerno, si raggiunge il centro, sia arriva alla zona scolastica e alla piscina fino ad arrivare all’Autodromo e al parco delle Acque minerali. Per questo dopo via Cavour anche nell’area compresa tra via Boccaccio, via Manzoni, via Guicciardini e viale Zappi, di fatto nell’area perimetrale di viale Dante, sarà introdotto il limite dei 30 Km/h per i veicoli».

Inoltre anche sulla vicina via Padovani «soprattutto in prossimità degli incroci – spiega Spada – sono allo studio la realizzazione di interventi, come piattaforme rialzate o comunque dossi che limitino la velocità di percorrenza tra via Boccaccio e via Santa Lucia. Il tutto magari con la creazione di sistemi luminosi pensati come aiuto per il rallentamento della velocità dei veicoli». Infine anche su via del Tiro a segno sono stati previsti alcuni interventi come «la realizzazione di dissuasori al centro della carreggiata e nelle prossime settimane, in altre zone, verranno realizzati interventi impianti luminosi all’altezza degli attraversamenti pedonali. Questi riguarderanno via Pisacane, via Graziadei e via Banfi».

Interventi sulla Bretella

Sempre più frequenti sono gli incidenti che si verificano lungo la bretella.

«In questo ambito – sottolinea Spada – abbiamo monitorato il fondo e abbiamo riscontrato che questo non è causa di incidenti. Purtroppo è la velocità la vera colpevole e per questo sono allo studio metodi, come pannelli luminosi e segnalatori dell’effettiva velocità, al fine di rendere informati meglio chi viaggia lungo questa arteria molto trafficata».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui