Imola, lavori al via per il Parco pubblico Pontesanto

Il parco pubblico Pontesanto arriverà entro la prossima primavera, salvo imprevisti. Lo annuncia Hera, che con 200mila euro finanzierà interamente il costo dell’intervento a pochi passi dalla propria centrale operativa nel lembo di terra di 10mila metri quadri noto come “terra dei cachi”, comunicando che in questi giorni partiranno i lavori nel cantiere già delimitato.

«Sono felice di questo intervento – afferma l’assessora all’Ambiente e alla Mobilità sostenibile di Imola, Elisa Spada –. Finalmente si dona a questa parte di città un parco pubblico, luogo di socialità all’aria aperta necessario e che entrerà in perfetta sinergia con l’altro importante progetto nell’area: il sottopasso ciclopedonale».

Sottopasso sotto la bretella che, insieme alla ciclabile che collegherà il quartiere Marconi con la zona Ortignola, secondo i cronoprogrammi dovrebbe essere pronto nei primi mesi del 2023.

Il parco

La “terra dei cachi” è rimasta a lungo avvolta dal senso di attesa per i progetti a essa destinati di cui si parla da anni ma che ancora non hanno preso vita. Finora. Perché «in questi giorni partono i lavori per la nuova area verde nella zona Pontesanto – fa sapere Hera –. Il parco sorgerà nell’area delimitata a nord da via Mazzanti, a ovest da via Farolfi, a sud dalla ferrovia e a est dall’asse attrezzato. Vi saranno di giochi per bambini, panchine e illuminazione pubblica, percorsi pedonali, una fontanella e i cestini per i rifiuti».

Al posto dei cachi, che verranno espiantati, «le nuove alberature saranno disposte in filari di gelsi per schermare l’area da via Farolfi, in piccoli gruppi di aceri, querce e frassini vicino alle aree di sosta oppure a bosco, nel lato verso via della Cooperazione, con specie tipiche delle nostre zone come aceri, carpini, frassini, querce, sorbi, prunus, peri: farà da filtro rispetto alla viabilità sull’asse attrezzato sostituendo l’attuale recinzione».

Al parco, la cui realizzazione era stata prevista nella convenzione urbanistica del 2007, si accederà da via Farolfi. Accanto, il Comune di Imola realizzerà un parcheggio con una cinquantina di posti auto. La parte di prato più a sud verso i binari, invece, «potrebbe in futuro essere adibita allo sgambamento dei cani», aggiunge Hera.

Ciclabili

«Tra marzo e aprile prossimi dovrebbe essere finito anche il sottopasso ciclabile per Pontesanto, per cui il Comune ha stanziato 200mila euro oltre i circa 440mila ricevuti dal Ministero per l’Ambiente per il progetto Bike to work – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Pierangelo Raffini –. Mancano solo gli scavi per le due rampe di accesso, lo scatolare in cemento fu realizzato con la bretella».

Prima di questo però, Hera deve spostare alcuni servizi, in particolare un tubo del gas, uno dell’acqua, uno fognario e un cavidotto elettrico. Invece, «è praticamente terminato il cantiere della ciclabile di Ortignola, a cui mancano solo gli ultimi dettagli perché sia in sicurezza: dovrebbe essere pronta per l’inizio dell’anno», conclude Raffini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui